Attualità

Trento, soluzione fisiologica al posto del vaccino anti Covid

A Trento alcune persone hanno ricevuto la soluzione fisiologica al posto del vaccino anti Covid. Fortunatamente gli operatori se ne sono accorti nel giro di poco e adesso hanno predisposto un controllo sugli anticorpi con test sierologico.

L’errore ha coinvolto 47 persone che fanno parte del personale sanitario dell’ospedale di Rovereto. Secondo i calcoli effettuati di questi, sono solamente 12 gli individui che hanno ricevuto la soluzione fisiologica. Ma vediamo cosa è successo.

Trento: 12 persone hanno ricevuto al posto del vaccino la soluzione fisiologica

Come prima cosa è bene precisare che un’iniezione di soluzione fisiologica non apporta nessun danno all’organismo di una persona. Gli operatori hanno prontamente individuato, ma non si conosce ancora l’identità delle persone coinvolte.

Per questo motivo, come riporta TGCOM24, 47 operatori sanitari verranno sottoposti ad un test sierologico per un controllo sugli anticorpi. Ma come è successo? L’azienda ha spiegato che solitamente al momento dell’iniezione, il vaccino è diluito con della fisiologica.

A quanto pare per un errore di distrazione si è verificato uno scambio di flaconi. Grazie ai protocolli di controllo, che prevedono delle checklist, è stato possibile scoprire l’errore. L’azienda ospedaliera ha diffuso un comunicato:

“Il caso riportato dei media riguarda un’unica seduta vaccinale, a fronte di oltre 12mila vaccinazioni fino ad ora somministrate, che ha coinvolto 47 operatori sanitari di cui presumibilmente 12 hanno ricevuto un’iniezione di soluzione fisiologica invece della dose di vaccino. Si è provveduto immediatamente a informare gli operatori interessati e a predisporre un controllo anticorpale in ventesima giornata prima della somministrazione della seconda dose. Si sottolinea che la somministrazione di soluzione fisiologica non comporta nessun rischio per la salute dei soggetti coinvolti”.

Il direttore del Dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria di Trento, Antonio Ferro, ha dichiarato che l’ipotesi più plausibile riguarda la possibilità che un flacone di fisiologica sia stato riempito più volte. In ogni caso si tratta di un errore risolvibile, dopo che il sierologico, darà gli attesi risultati.

Nel frattempo: Covid, adesso sono 4 le Regioni a rischio alto

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button