Trattenere peti fa male alla nostra salute

Trattenere peti fa male alla nostra salute generale. Questo pare essere un fatto assodato da numerosi studi scientifici. Ma nel dettaglio, cosa succede se tratteniamo una puzzetta?

Ci hanno insegnato che fare le puzzette, soprattutto in pubblico, è cattiva educazione. Ma lo sapete che trattenerle, fa male alla salute? Un bel controsenso, non è vero? Quindi cosa si deve fare?

Trattenere peti fa male: ecco a quali conseguenze portano i gas intestinali

Ovviamente più puzzette tratteniamo, più conseguenze ci portiamo dietro. Cos’è in realtà una puzzetta? La flatulenza è molto semplicemente un sintomo di un’abbuffata pesante e una cattiva digestione.

E’ anche vero che ci son alcune persone che sono più predisposte rispetto ad altre a rilasciare dei peti, quindi sappiate che coloro che dichiarano di non farne, stanno dicendo una bugia bella e buona.

Quello che a volte tendiamo a sottovalutare è che trattenere l’aria nella pancia fa male al nostro organismo. Non espellere i gas intestinali porta a:

  • crampi al basso ventre
  • odore cattivo
  • dolore all’addome
  • pancia dura
  • infiammazione addominale
  • mal di stomaco
  • e nei casi più gravi, peritonite

Una persona sana, dovrebbe espellere una media di 15 peti al giorno. Ma attenzione, perché alimenti ricchi di fibre e bevande frizzanti, aumentano considerevolmente questa media.

Provate a mangiare i fagioli e ne riparleremo, non è vero?

Tornando seri, secondo molti medici, le puzzette sono un rivelatore eccellente del nostro stato di salute generale. Quindi qualche breve consiglio su quando recarsi da un medico:

  • diarrea ricorrente
  • eruzioni cutanee
  • fatica
  • sangue nelle feci
  • dimagrimento eccessivo
  • cambiamenti nella temperatura corporea

Quindi per concludere, sappiate che la formazione dei gas intestinali è normalissima, un po’ meno mollare una puzzetta davanti ad altre persone.

La formazione dei gas è strettamente collegata a ciò che mangiamo, quindi la dieta è un fattore molto, molto importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *