Storie

Tara Jayne McConachy, ecco l’infermiera che è dipendente dalla chirurgia plastica

Tara Jayne McConachy, è un’infermiera australiana diventata famosa su Instagram a causa della chirurgia plastica. Ovvero da ciò che lei considera come una vera e propria dipendenza.

Ha 31 anni e vive a Melbourne in Australia. Si definisce una bambola Barbie in edizione limitata migliorata e, come lei stessa ha dichiarato, ha già speso oltre 100.000 dollari dal chirurgo plastico.

Tara Jayne McConachy: un’infermiera dipendente dalla chirurgia plastica

Nel corso degli anni sono multi gli interventi subiti dalla ragazza che ha 31 anni ma che se ne sente 10 in meno. Protesi ai glutei, botox, faccette, rinoplastica e filler. Ed inoltre ben cinque operazioni per aumentare la taglia del seno. Sono alcuni esempi delle modifiche apportate dalla giovane al suo stesso corpo.

E che l’hanno portata a sborsare la bellezza di 100.000 dollari e più, a colui che lei considera come il suo chirurgo plastico preferito.

L’ultimo intervento riguarda l’ennesimo aumento di seno. La sua protesi misura 1050 cc e ha intenzione di arrivare a 1500 cc. Considerate che solitamente si parte da 400 cc e poi si arriva ad aumentare sempre di più. A Tara però tutto ciò ancora non basta.

https://www.instagram.com/p/B8djetQB9Nl/

La giovane ha raccontato di avere l’intenzione di ricorrere ad altri interventi estetici. Innanzitutto il suo desiderio è di cambiare il colore degli occhi, poi vorrebbe fissare le palpebre con una cantoplastica. Poi una blefaroplastica e un lifting alle sopracciglia.

Tara sta inoltre pensando a una protesi alle guance, a un lifting facciale e alla rimozione delle costole per avere una vita più piccola. La 31enne ha già un discreto numero di seguaci che la seguono anche su OnlyFans, una piattaforma per soli adulti in cui si fa pagare per mostrare dei contenuti “premium” e riservati.

E che le ha permesso di pagare circa 10.000 dollari in 3 giorni! Un risultato di cui non si stupisce, perché come lei stessa ha dichiarato: “sono come un buon vino, miglioro con l’età!”. Vi ricordate le polemiche scaturite a seguito delle dichiarazioni di quest’altra ragazza? La Barbie di Budapest scatena la polemica: “Sono troppo bella per lavorare”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button