Curiosità

Svezia, offerta di lavoro da sogno, 2000 Euro al mese per non fare niente

La Svezia offre un incredibile lavoro in cui non si deve fare assolutamente un bel niente. E quando diciamo niente, intendiamo davvero nulla. Se non andare a timbrare il cartellino dell’entrata e di uscita. La posizione ambita dai più pigri sarà disponibile nel 2026 e le candidature verranno aperte un anno prima.

Tutto è iniziato nel 2017 quando l’Amministrazione dei trasporti e l’Agenzia d’arte pubblica hanno indetto un concorso internazionale rivolto a degli artisti. Che dovevano contribuire con delle idee alla progettazione della stazione ferroviaria di Korsvagen ( Göteborg). Vi abbiamo incuriosito? Bene, rimanete con noi!

Svezia offerta di lavoro più unica che rara: 2000 euro al mese per non fare niente durante la giornata lavorativa

Il premio in palio per i vincitori era di 7 milioni di corone svedesi, circa 663.000 euro. Il concorso è stato vinto da due artisti svedesi Simon Goldin e Jakob Senneby che invece di suggerire idee di design hanno avuto un’altra idea.

E hanno proposto di utilizzare l’intero premio in denaro per pagare lo stipendio a un dipendente. E qui non ci sarebbe niente di strano se non fosse che il suddetto lavoratore non dovrà fare un bel niente. Tranne presentarsi al mattino alla stazione ferroviaria, timbrare il cartellino e accendere le luci. Per poi ritornare la sera, timbrare nuovamente il cartellino e spegnere tutto.

L’idea incredibilmente è piaciuta alla giuria, che ha deciso di premiare i due artisti e di dare vita al progetto “Eternal Employment“. La coppia, nella progettazione della sua idea ha pensato davvero a tutto e ha stabilita lo stipendio del dipendente per 120 anni. Ma non è tutto, perché ha istituito anche una fondazione che impedirà che tale cifra venga tassata o investita in un fondo fiduciario. In questo modo hanno calcolato il 75% di possibilità di poter effettivamente pagare 2000 euro al mese, più un aumento annuale del 3,2%.

E se la giuria ha apprezzato l’idea dei due artisti, non sono ovviamente mancate le proteste da parte dei politici che hanno gridato allo spreco dei soldi dei contribuenti. Non è mancata la risposta degli artisti che hanno affermato di voler rappresentare proprio lo spreco e di voler mettere in discussione “le nozioni di crescita, produttività e progresso che sono al centro della modernità”.

Un’altra offerta di lavoro che piacerà ai più: Pagati per guardare serie tv sul divano: l’offerta da sogno

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button