Storie

Riesce a superare la paura dei ragni allevando 58 tarantole in salotto

Volete superare la paura dei ragni? Fate come Gemma Wright, una casalinga 42enne che da qualche anno a questa parte ha completamente sconfitto la fobia che l’attanagliava da quando era solo una bambina.

La donna vive a Chelmsford, nell’Essex, in Inghilterra e ha dichiarato di aver avuto paura dei ragni da sempre. Ovvero fin dal giorno in cui ha visto sua madre piangere disperata alla vista di uno di loro. Gemma ha raccontato di essersi portata dietro questa paura, che le provocava anche attacchi di panico, fino a quando non ha deciso di trovare una soluzione. Un’insolita soluzione!

Superare la paura dei ragni vivendo con 57 tarantole

La decisione di mettere fine alla sua aracnofobia è arrivata nel 2010 quando, dopo essersi informata a lungo,ha acquistato la sua prima tarantola. Una creaturina con le zampe rosse che ha poi chiamato Nightshade e che fa compagnia alle altre 56 tarantole che vivono con lei.

C’è Jubilee, Ludo, Nebula e Genie e altre ancora. Tutte vivono in apposite scatole e secondo Gemma sono facili da curare. Ormai la loro vista non le terrorizza più e sembrerebbe che abbia convinto anche sua madre a non temerle più come una volta.

Gemma ha raccontato di essere arrivata al punto di riuscire anche a toccarle e maneggiarle. Ha inoltre raccontato che le tarantole difficilmente sono letali, perché le loro zanne sono troppo piccole per bucare la pelle dell’essere umano.

Ora non ne è più terrorizzata, anzi si dichiara dipendente da loro, al punto che quando ne muore una se ne dispiace molto. Quindi, se anche voi soffrite di aracnofobia, potete prendere una decisione estrema come quella di questa casalinga inglese.

Dopotutto cosa volete che sia convivere con 57 tarantole in casa??? Dello stesso avviso è anche un’altra ragazza di cui vi avevamo già parlato. Vi ricordate di: Tarni Roebuck, la ragazza che si tranquillizza con i ragni nel viso

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button