La negatività è contagiosa: perché dovresti liberarti delle persone tossiche

La negatività è contagiosa, così come gli altri stati d’animo, e riesce a influenzarci a maggior ragione se la “subiamo” per parecchio tempo.

Accade soprattutto alle persone empatiche, che più di tutti sono in grado di mettersi nei panni degli altri e che assorbono una dose di negatività, che a lungo andare si ripercuote sulla loro psiche.

La negatività è contagiosa

Un recente studio condotto dall’Università dell’Indiana, ha rivelato che, anche se non lo ammettiamo mai, le opinioni altrui influenzano il nostro comportamento.

E secondo gli psicologi, le opinioni negative hanno un maggiore impatto su di noi, rispetto a quelle positive.

Secondo gli psicologi dell’Università di Harvard i sentimenti negativi si diffondono più velocemente di quelli positivi.

Come per i virus, infatti, esiste una specie di modello di propagazione.

Ad esempio, frequentare un amico felice aumenta la nostra felicità dell’11%. Numero che raddoppia nel caso in cui l’amico in questione sia invece, infelice.

Ed esattamente come per l’influenza, più amici tristi abbiamo intorno, maggiori sono le probabilità di assumere lo stesso stato d’animo negativo.

E la stessa cosa vale per l’ostilità ed il cattivo umore, stando a stretto contatto con questi due stati d’animo, cambia il nostro modo di percepire il mondo.

Per evitare di farci quindi contagiare dalla negatività altrui, non dobbiamo fare altro che eliminare le persone tossiche dalla nostra vita.

Dobbiamo quindi scegliere bene quali persone far entrare nella nostra cerchia ristretta di amici.

Essere sempre, costantemente di cattivo umore a causa di altri, è un conto troppo salato da pagare senza battere ciglio.

Ma anche da parte nostra, dobbiamo impegnarci di più, per far sì che gli altri possano essere influenzati esclusivamente dalla nostra positività e dal nostro ottimismo.

E se ci capita di dover consolare un amico abbattuto e triste, dovremmo cercare di aiutarlo a concentrarsi sulla bellezza della vita che ha tanto da offrire. Basta solo sapere cogliere la magnificenza di ciò che ci sta intorno.

Quante volte vi siete sentiti sottovalutati a causa della vostra depressione? La depressione come lotta: La malattia più sottovalutata di sempre

(Visited 3.857 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *