Attualità

Reddito di Cittadinanza, Conte vuole cambiare con un’app

Conte vuole cambiare il Reddito di Cittadinanza e vuole farlo con un’app. Una notizia dell’ultima ora che potrebbe stravolgere la misura varata ormai due anni fa e che in pochissimo tempo ha fatto il giro del web. Una misura che potrebbe essere varata per beccare i “furbetti”, ovvero per beccare coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza e rifiutano il lavoro.

Una delle questioni più discusse intorno all’argomento del Reddito di Cittadinanza. La paura in effetti è sempre stata quella che qualcuno potesse approfittare del bonus per evitare di lavorare. In realtà il bonus nasce come sostegno per coloro che non lavorano e come occasione per trovare un nuovo posto di lavoro. Vediamo insieme i dettagli sull’app che è pronta a rivoluzionare il Reddito di Cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza, per Conte è il momento di cambiare: arriva l’app che incrocia i dati

Il Premier Giuseppe Conte vuole cambiare il Reddito di Cittadinanza e vuole farlo entro 6 mesi. Secondo il Presidente del Consiglio la norma ha bisogno di essere cambiata, altrimenti “rischia di essere una misura assistenziale senza progettualità”.

Come riportato dal Corriere della Sera, nelle tre riunioni con il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, il Ministro dell’Innovazione Paola Pisano e il Presidente dell’Anpal Domenico Parisi il Reddito di Cittadinanza è stato al centro delle discussioni.

Il modello proposto dal Presidente del Consiglio prevede una stretta per chi rifiuta le offerte di lavoro. L’idea è quella di creare un’app in grado di incrociare i dati. Un’applicazione che possa mettere in connessione coloro che cercano lavoro e coloro che lo offrono.

Il tutto con il fine di rendere impossibile rifiutare una proposta di lavoro e dunque di beccare coloro che rifiutano un lavoro per mantenere il Reddito di Cittadinanza. In effetti le notizie di cronaca parlano continuamente di persone che percepiscono il bonus rifiutandosi di accettare le offerte di lavoro.

Nel frattempo, a proposito di Coronavirus, si va verso la proroga dello stato di emergenza fino al 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button