Curiosità

Quammen, lo scrittore che aveva previsto il Covid parla di altre 3 minacce

David Quammen, è uno scrittore e divulgatore scientifico che a quanto pare aveva previsto la pandemia di Covid. Negli ultimi giorni è tornato a far parlare di sé a causa di altre 3 minacce a cui la popolazione mondiale sta per andare incontro.

Lo scrittore è diventato famoso grazie al libro Spillover in cui ha annunciato la pandemia di Covid. Adesso, come riporta TPI, in un’intervista su Sette, di Paolo Giordano, ha espresso il suo disappunto su il nostro ecosistema ormai compromesso.

David Quammen aveva previsto il Covid: “Non sono un oracolo”

“Se ci sono stati dei profeti, sono stati gli scienziati con cui ho parlato. Sono stati loro a spiegarmi che i pipistrelli ospitano molti Coronavirus potenzialmente pericolosi per l’uomo, che quei pipistrelli sono importanti per gli ecosistemi e andrebbero lasciati in pace. Io ho solo ascoltato”.

Durante l’intervista, il divulgatore scientifico ha parlato di altre tre minacce con cui il nostro Pianeta deve fare i conti. Nuovi patogeni, cambiamenti climatici e scomparsa della biodiversità. Lo scrittore ha poi ammesso che la pandemia di cui aveva parlato nel suo libro è proprio il Covid. E che secondo lui non sarà nemmeno l’ultima.

Ma a quanto pare David Quammen non è stato l’unico a predire la pandemia. Nel 2012 la sensitiva e medium californiana Sylvia Browne, annunciò nel suo libro Profezie, l’arrivo una pericolosa epidemia. Che, sotto forma di polmonite, avrebbe nel 2020 causato il caos assoluto nel nostro Pianeta.

La donna aveva previsto anche il massiccio uso di mascherine e guanti. Ammettetelo, vi ricorda qualcosa? E dopo aver parlato dell’arrivo dell’epidemia, aveva anche svelato il modo in cui dovrebbe andarsene: alla stessa velocità con cui è improvvisamente arrivata. E a proposito di previsioni, sensitivi e altro ancora, vi interesserà leggere un argomento davvero simile: Nostradamus, le profezie sul 2021: ecco cosa ci aspetta

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button