Benessere

Perché sbaviamo mentre dormiamo? Ecco cosa dicono gli esperti

Quante volte vi sarà capitato di svegliarvi da un bel sonno ristoratore e di ritrovarvi tutti bagnati di saliva? Vi siete mai chiesti come mai accade questo fenomeno? In parole povere: perché sbaviamo mentre dormiamo?

Si tratta di una condizione molto diffusa e che ha delle origini ben precise. Vediamo insieme che cosa dice la scienza.

Perché si sbava mentre si dorme?

Se vi state chiedendo perché sbaviamo mentre dormiamo siete nel posto giusto. Innanzitutto tranquillizzatevi perché non siete i soli, anzi succede piuttosto di frequente.

La dimostrazione sta nel fatto che questo disturbo si è guadagnato un termine scientifico tutto suo: scialorrea. Dal nome sembra un problema ma non lo è: si tratta solo di salivazione eccessiva.

Vediamo quindi quali sono le cause e come evitare che accada.

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista Oral Surgery, Oral Medicine, Oral Pathology, Oral Radiology and Endodontology, la scialorrea notturna è causata da un malfunzionamento della coordinazione del meccanismo di deglutizione, che causa un accumulo di saliva in bocca dato dalla salivazione eccessiva.

Le cause sono da ricercare nella posizione che assumiamo mentre dormiamo, se ci farete caso vi capiterà di svegliarvi bagnati di saliva quando dormite a pancia in giù.

In quella posizione infatti, la saliva si accumula all’interno della guance, per poi uscire dalla bocca.

Esistono 3 tipi di scialorrea:

primaria

secondaria

emotiva

La prima è causata dall’eccessiva secrezione delle ghiandole salivari, la seconda da un’alterazione del controllo neuromuscolare e la terza da stress e ansia.

Quali sono le cause?

La causa principale è il naso chiuso, quindi in caso di raffreddore l’incidenza è maggiore. Inoltre ci sono anche altre cause:

Lingua ingrossata

Carie

Uso di anestetico

Scarso controllo dei muscoli della bocca

Ritardo mentale

Difficoltà nella deglutizione

Problemi neurologici

Reflusso gastroesofageo

Questi, invece sono i soggetti più colpiti:

Bambini piccoli, nel periodo della dentizione, tra 1 e 2 anni

Donne in gravidanza, fino al quarto mese

Anziani, a causa di disturbi neurologici, terapie farmacologiche e protesi dentarie

Solitamente coloro che soffrono di scialorrea regolarmente soffrono di alcuni disturbi neurologici come ictus o paralisi facciale.

La scialorrea non necessita di interventi drastici ma ci sono alcuni rimedi della nonna molto utili per contrastarla:

Bere dei succhi di frutta

Fare degli sciacqui con un collutorio naturale diverse volte al giorno

Lavarsi i denti con un dentifricio alla menta

Evitare i farinacei e mangiare in modo equilibrato durante l’arco della giornata

Bere molto per evitare disidratazione e nausea

Evitare il consumo di caramelle acide e gomme da masticare molto zuccherate

Succhiare una fettina di limone

Sapete, invece, perché il vostro cane vi segue quando andate in bagno?

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button