Curiosità

Pensioni, con quota 41 esiste la possibilità di andare in pensione a 54 anni

Per chi non lo sapesse, per quanto riguarda le pensioni con quota 41 esiste la possibilità di andare in pensione a 54 anni. Non si tratta di un’utopia, ma di realtà. Certo, bisogna aver iniziato a lavorare molto presto e aver accumulato molti contributi, ma non si tratta di una cosa impossibile.

Ovviamente non riguarda tutte le categorie di lavoratori, ma solo alcune. Esiste comunque questa possibilità, anche se non è molto conosciuta. Vediamo insieme tutte le informazioni utili su quota 41 per quanto riguarda le pensioni.

Pensioni, con quota 41 c’è la possibilità di andare in pensione a 54 anni, ma solo per alcuni lavoratori

Quando parliamo di pensioni parliamo sempre di un argomento molto delicato, soprattutto nel nostro paese. Sappiamo tutti molto bene che in Italia andare in pensione sembra essere diventato sempre più un’utopia. Ormai l’argomento pensioni fa discutere, così come le riforme che si susseguono.

Attualmente in Italia esiste la riforma quota 100. La normativa prevede la possibilità di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi (totale 100). Questa riforma comunque è prevista fino alla fine del 2021 e dunque siamo in attesa di una nuova normativa.

Allo stesso tempo è bene sapere che la normativa per le pensioni prevede anche la possibilità di quota 41. Non è per tutti ovviamente, ma per poter usufruire di questa tipologia di pensione anticipata bisogna essere in possesso di particolari requisiti.

Si chiama quota 41 proprio perché si va in pensione dopo aver accumulato 41 anni di contributi. Si può usufruire di questa strada solo e soltanto se si sono versati almeno 12 mesi di contributi derivanti da un lavoro prima di compiere i 19 anni. Ma non è tutto.

Non bastano solo 41 anni di contributi e i 12 mesi di contributi prima di compiere 19 anni, ma bisogna anche appartenere anche alla categoria di lavoratori precoci. Possono usufruire di quota 41:

  • I lavoratori dipendenti disoccupati a causa di un licenziamento.
  • I lavoratori con invalidità uguale o maggiore al 74%.
  • Tutti i lavoratori che si prendono cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente con grave handicap in base alla legge 104.
  • Essere un lavoratore gravoso o usurante.

Ecco quindi che con quota 41 esiste la possibilità di andare in pensione anche a 54 anni. Ad esempio chi ha iniziato a lavorare a 14 anni potrebbe usufruire di questa tipologia di pensione, ma solo se appartiene alle categorie di lavoratori suddette.

Ecco invece tutto ciò che c’è da sapere sulla Legge 104 e sull’assegno mensile per chi soffre di diabete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button