Attualità

Paolo Brosio critica il Governo per la Messa di Natale: “Non rispetta i valori cristiani”

Paolo Brosio non ci sta e critica il Governo per le scelte dell’ultimo Dpcm, in particolare per la decisione di anticipare la Messa di Natale, nel rispetto del coprifuoco nazionale alle 22. Da sempre un fervente cattolico, Brosio ha dichiarato che le scelte del Governo sono incompatibili con i valori cristiani e che li rinnegano.

Le sua parole hanno fatto in pochissimo tempo il giro del web, scatenando non pochi dibattiti. Paolo Brosio ha infatti ricevuto molti commenti positivi da persone che la pensano come lui, ma anche molti attacchi da parte di chi pensa che anticipare una messa durante una Pandemia non sia poi la fine del mondo. Vediamo insieme che cosa ha detto Paolo Brosio riguardo alla scelta del Governo di anticipare la messa di Natale.

Paolo Brosio, “Anticipare la Messa di Natale? Rinnega i valori cristiani”

Ora i virologi ci devono dire anche quando dobbiamo pregare? Già non ne azzeccano una, basta guardare cosa stanno facendo con i vaccini che di solito per essere sicuri vanno testati dai tre ai 5 anni e che loro vogliono mettere sul mercato dopo appena un anno.

In un’intervista rilasciata a AdnKronos, Brosio ha molto attaccato le scelta del Governo e la Cei. Il giornalista ha infatti dichiarato che “trincerarsi sempre dietro le sciagure e i morti rinnega i valori cristiani”. Brosio ha accusato il Governo di voler limitare la libertà di religione per un “tecnicismo esagerato”, aggiungendo anche che con queste scelte il Governo perderà il voto dei cattolici italiani.

È come se la Madonna avesse anticipato le doglie, ma cosa dobbiamo fare di questo povero Gesù?

La soluzione per Paolo Brosio sarebbe quella di aumentare il numero delle messe, obbligando i fedeli al distanziamento sociale e celebrarle all’aperto, al fine di evitare l’assembramento. Ecco invece le dichiarazioni di Flavia Vento che ha annunciato di voler decifrare la Bibbia insieme a Paolo Brosio.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button