Attualità

Nuovo Dpcm dal 16 Gennaio, nuova stretta per bar e asporto

Con il nuovo Dpcm che dovrebbe entrare in vigore il 16 gennaio, sarà vietata la vendita d’asporto dopo le 18. Nei giorni scorsi hanno provocato non poco scalpore le immagini degli assembramenti a Milano, Catania, Lucca e Roma.

Dove decine di persone hanno improvvisato diverse feste in casa. Il Governo vuole mettere fine alla movida e nel farlo sceglie la linea più dura. I bar quindi dovranno chiudere alle 18, ma a differenza di adesso non potranno più lavorare con l’asporto.

Nuovo Dpcm del 16 gennaio: il Governo sceglie la linea dura

Come riporta il Corriere della Sera la decisione non è ancora ufficiale, ma sarà quasi sicuramente confermata. A Palazzo Chigi si respira preoccupazione, soprattutto dopo il tasso di positività a 13,3 e gli oltre 18 mila contagi. Ma vediamo anche quali sono gli ulteriori aggiornamenti.

Dovrebbe essere prorogato anche lo stop allo spostamento fra Regioni, nonostante si trovino in fascia gialla. Sempre in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 e la raccomandazione di non ospitare in casa più di due persone non conviventi. Il decreto legge dovrebbe essere approvato nella giornata di mercoledì 13 gennaio.

Sicuramente il Dpcm confermerà il sistema delle fasce gialle, arancioni e rosse delle Regioni. Con l’aggiunta di una fascia bianca, quella che indicherà una “prospettiva di uscita dalla pandemia”. In cui le uniche misure da rispettare saranno l’obbligo della mascherina e del distanziamento sociale.

Al momento nessuna Regione è minimamente vicina a all’indice che dovrebbe far scattare questa possibilità. Il Governo sta pensando di far scattare in tutta Italia, nei weekend, la zona arancione. Una decisione che non ha trovato l’appoggio di Italia Viva. Teresa Bellanova ha dichiarato ingiusta la decisione di “punire” gli esercenti che hanno sempre rispettato le regole e che non possono pagare le conseguenze a causa di coloro che se ne sono sempre infischiati.

Nel frattempo in Emilia Romagna: Bagno di Romagna, dipendenti di una casa protetta rifiutano il vaccino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button