Attualità

Nuovo Dpcm in arrivo, con ipotesi coprifuoco in tutta Italia e chiusure mirate

Come riporta il Corriere della Sera è in arrivo un nuovo Dpcm che potrebbe introdurre, fra le altre misure, anche il coprifuoco dalle 18 o dalle 21 di sera. Già oggi potrebbe arrivare il nuovo decreto firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. E che potrebbe prevedere tra le altre cose il ritorno dell’autocertificazione, la chiusura di bar e ristoranti e la didattica a distanza per gli studenti che frequentano dalla seconda media in poi.

Queste misure valgono principalmente per tre Regioni italiane (Lombardia, Piemonte e Calabria) che al momento hanno un indice Rt più alto. Vediamo nel dettaglio gli scenari che potrebbero prendere piede con il nuovo Dpcm.

Nuovo Dpcm in arrivo: si fa sempre più forte l’ipotesi del coprifuoco

A livello nazionale il nuovo Dpcm potrebbe prevedere il divieto di spostamento tra le Regioni. Mentre per le tre Regioni più a rischio il coprifuoco anticipato e la chiusura delle attività commerciali, dei musei e la didattica a distanza dalla seconda media.

In realtà alcune Regioni hanno già disposto la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana. Tuttavia potrebbe arrivare anche la chiusura totale con l’obiettivo di mitigare l’aggressività del virus. Una decisione questa che arriverebbe dagli amministratori locali.

Secondo il presidente dell’Anci Decaro, sono molti i sindaci che si sono detti pronti alla chiusura dei centri commerciali nel fine settimana. Il provvedimento destinato a entrare in vigore nei prossimi giorni promette anche dei ristori. Riservati alle attività commerciali che più di tutti stanno risentendo delle ultime restrizioni.

Con tali misure il Governo spera di poter agevolare le amministrazioni locali sulle restrizioni che temono di poter appesantire ulteriormente la capacità economica del territorio che amministrano. Nel nuovo Dpcm ci saranno quindi ulteriori stanziamenti destinati alle categorie di persone più in difficoltà.

All’estero nel frattempo: Coronavirus in Cina, zero contagi e boom di turisti: ecco come ha fatto

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button