Attualità

Nina Moric pubblica l’audio di minacce di Fabrizio Corona nei suoi confronti

E’ un audio davvero da brividi quello pubblicato da Nina Moric sulle minacce ricevute da Fabrizio Corona. Un audio che, se fosse verificato, accenderebbe i riflettori su una questione davvero molto delicata, quella dei rapporti tra Nina Moric, Fabrizio Corona e il figlio Carlos.

Con un posto su Instagram, nel cuore della notte, Nina Moric ha deciso di rendere pubblico “ciò che passa, lasciando ai posteri l’ardua sentenza”. Vediamo insieme i dettagli dell’audio pubblicato da Nina Moric sulle minacce ricevute da Corona.

Nina Moric pubblica l’audio in cui Fabrizio Corona la minaccia: “Voglio fracassarti la testa”

Arriva un momento quando il silenzio comincia a fare talmente tanto rumore che non riesci più a stare zitto. Ho provato con la giustizia, adesso vi regalo a voi quello che passo tutti i giorni e continuo inoltre a passare per quella malata di mente. Ai posteri l’ardua sentenza.

Queste le parole pubblicate da Nina Moric, accompagnate da alcuni audio che, secondo la modella croata, sarebbero di Corona. Audio in cui le parole di un uomo la minacciano, utilizzando termini che possono svelare molto.

Di fronte alla richiesta della Moric sul perché crei dei traumi al figlio Carlos offendendola, una voce che sembrerebbe di Fabrizio Corona risponde.

«Io penso che sarei arrivato quasi al limite di venire due giorni fa a prenderti la testa e fracassartela contro un angolo, in modo da ucciderti e non vederti mai più, eliminare il male che hai fatto a questo ragazzo».

Come riportato dal Leggo, ci sono altri audio in cui anche il figlio Carlos si mostra spaventato da Fabrizio Corona. Il ragazzo parla di voler dimenticare il mare, di voler raggiungere la mamma che, in lacrime, prova in tutti i modi a far sentire la vicinanza al figlio.

Nel frattempo, a Salerno un professore schiaffeggia un alunno che non vuole indossare la mascherina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button