Attualità

Napoli, il bidello “misura” la febbre agli studenti con la mano (video)

Arriva da Napoli il video che mostra un bidello che misura la febbre agli studenti con la mano. Un filmato che in pochissimo tempo ha fatto il giro del web, scatenando ovviamente non poche polemiche nel mondo dei Social Network.

Scuola e Coronavirus sono uno degli argomenti più delicati in questo periodo. Gli studenti sono tornati da un mese in aula, ma in questo periodo di Pandemia la scuola resta sotto i riflettori. Gli esperti invitano alla prudenza, perché se da un lato è giusto che le scuole abbiano riaperto, dall’altro non bisogna dimenticare che si tratta di un ambiente in cui la trasmissione del virus è facilitata se non si prendono le giuste precauzioni.

Proprio per questo, il video che mostra il bidello che misura la febbre agli studenti “a sentimento”, ovvero usando la mano, ha causato una serie infinita di polemiche. Vediamo insieme i dettagli della vicenda.

Napoli, il bidello fuori dalla scuola “misura” la febbre agli studenti con la mano (video)

Siamo all’Istituto Superiore Caravaggio di San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli. Gli studenti sono in fila per entrare a scuola e come succede in tutti gli altri istituti italiani devono superare la “prova” del termometro, un’accortezza indispensabile di questi tempi.

All’ingresso della scuola però, c’è il bidello che non ha né un termometro né un termoscanner. Come misura la febbre agli studenti allora? Con la mano. Esatto, avete capito bene. Il bidello fa entrare gli studenti a scuola dopo avergli “misurato” (con mille virgolette) la febbre con la mano.

Il video che trovate qua sotto, rilanciato da Gianni Simoli, conduttore della trasmissione radio La Radiazza, accende i riflettori su una questione importantissima. Il Governo può fare anche mille Dpcm per aiutarci nella prevenzione del Coronavirus, ma siamo noi a fare la differenza.

Piccoli gesti come questi possono essere molto pericolosi, perché come detto sappiamo bene che le scuole rappresentano un luogo a forte rischio contagio. Il Dirigente Scolastico dell’Istituto si è dissociato dall’accaduto e ha dichiarato che il bidello ha agito di iniziativa privata.

Nel frattempo, anche Piero Angela ha parlato dell’emergenza Coronavirus, dichiarando che secondo lui c’è bisogno dell’esercito in strada

https://www.facebook.com/giannisimioli/videos/3668303399887506

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button