Storie

La moglie dell’inventore della pizza al Kiwi chiede il divorzio

La moglie dell’inventore della pizza al kiwi ha detto basta e ha deciso di chiudere con questa follia culinaria e anche con il suo matrimonio. Lo ha annunciato proprio Stellan Johansson, l’uomo che ha avuto il coraggio di compiere questo crimine culinario che a noi italian fa accapponare la pelle.

Il successo non è tutto. Lo sanno bene tantissimi vip che a causa della notorietà vedono cadere a pezzi il resto della loro vita. Non lo immaginava però Stellan, che a gennaio era diventato famoso per aver inventato la pizza con il kiwi.

La moglie dell’inventore della pizza al kiwi non ci sta più e chiede il divorzio

Ve ne avevamo già parlato qualche mese fa, quando il nostro amico Stellan, originario della Svezia, aveva fatto parlare di sé a causa di alcune foto. Che ritraevano l’abominio culinario che si era appena inventato. Ovvero la pizza con il kiwi. Sì, il KIWI.

A quanto pare però non aveva fatto i conti con sua moglie, che tutt’altro che felice di questa notorietà (e probabilmente di dover mangiare la pizza con il kiwi) ha deciso di chiedere il divorzio.  Il nostro amico ha infatti raccontato di come sia cambiato il mondo dopo la presentazione della sua pizza.

E se la pietanza non ha avuto niente a che vedere con la pandemia, lo stesso non si può dire per il suo matrimonio naufragato. Lo ha affermato proprio lui, quindi c’è davvero da credergli. In effetti sembrerebbe che fin dall’inizio, sua moglie non sia mai stata troppo felice per la nuova situazione che si era andata a creare.

Convinta che si trattasse di un’idea davvero poco intelligente e stufa per le continue reazioni indignate che si susseguivano sul web, ha deciso di finirla e di chiedere il divorzio dal marito. Che certamente quando ha inventato la famosa pizza con il kiwi, tutto si aspettava, tranne che finisse per divorziare.

Poveretto, certi errori si pagano davvero cari. Lo ha imparato a sue spese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button