Curiosità

Mangiarsi le unghie equivale ad essere un perfezionista

Mangiarsi le unghie è un vizio da sempre considerato come simbolo di ansia e nervosismo. Ma attenzione, attenzione, perché l’ultima, fra le tante, ricerche scientifiche smentisce tutto e cambia la rotta.

Secondo la suddetta ricerca scientifica il vizio di mangiarsi le unghie, pare che appartenga ai perfezionisti e in generale a chi fa le cose per bene, quasi maniacali.

Mangiarsi le unghie? Un vizio da perfezionisti

Il termine onicofagia è quello esatto per indicare l’abitudine di mangiarsi le unghie e che è portato avanti da milioni di persone in tutto il mondo.

Se anche tu lo fai abitualmente e proprio non riesci a smettere di farlo, sappi che più che dare la colpa all’ansia, molto probabilmente dovresti darla alla tua personalità.

Uno studio pubblicato nel 2015 dal Journal of Behavior Therapy and Experimental Psychiatry ed effettuato dai ricercatori dell’Université de Montréal ha rivelato qualcosa di molto, molto interessante.

Secondo gli scienziati, abitudini come tirarsi i capelli, mordere la pelle e mangiucchiarsi le unghie, sono più correttamente associabili ad un desiderio di perfezione.

Chi le porta avanti con regolarità non riesce a rilassarsi e a svolgere i suoi compiti con un ritmo tranquillo e normale. Anche l’Università di Calgary ha dichiarato qualcosa in merito. Secondo loro, i mangiatori di unghie sono circa le metà della popolazione.

I ricercatori hanno analizzato il comportamento di 48 persone. Metà delle quali avevano i disturbi suddetti, mentre l’altra no.  Le domande dello studio vertevano sul loro comportamento organizzativo e sulla loro capacità di controllare le emozioni.

Bene, i mangiatori di unghie erano dei perfezionisti fatti e finiti, che finivano per sentire un elevato senso di frustrazione ogni qualvolta non avevano niente da fare.

Vi consolerà sapere che secondo la dottoressa Sarah Roberts, una delle ricercatrici dello studio, è possibile alleviare questi disturbi con una terapia cognitivo-comportamentale mirata.

Un altro studio molto interessante: Chi beve caffè amaro ha più probabilità di essere uno psicopatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button