Storie

L’uomo più sporco del mondo non si lava da 60 anni

Si chiama Haji, ha circa 80 anni ed è l’uomo più sporco del mondo. Vive in Iran nel distretto Dehram della provincia di Fars e grazie ad un turista che lo ha fotografato è diventato famoso in tutto il mondo.

Gli abitanti del suo villaggio lo hanno soprannominato “anziano gentile” e hanno dichiarato di non sentirsi mai disturbati dalla sua presenza. Quando era giovane la vita lo ha messo davanti ad importanti difficoltà che gli hanno fatto decidere di voler stravolgere abitudini e l’intera sua esistenza.

L’assurda storia dell’uomo più sporco del mondo

Tanto per cominciare sono oltre 60 anni che l’uomo non si lava. Haji è convinto che l’acqua possa portare malattie e oltre a non usarla per lavarsi non beve nemmeno.

Si disseta esclusivamente con l’acqua sporca che prende da un’arrugginita cisterna di petrolio. E prima di scandalizzarvi aspettate di leggere di cosa si nutre: carne marcia di istrice.

Ovviamente il fatto che non si lavi da tutti questi anni lo ha cambiato anche fisicamente. La sua pelle è scura quasi come quella della terra, sporca, spessa e squamosa.

Ha anche l’abitudine di fumare fino a cinque sigarette insieme, anche se predilige la pipa ricolma di escrementi di animali. E se vi sembra che sia tutto esagerato sappiate che non è finita qui.

Haji si taglia regolarmente i capelli, ma ovviamente senza usare le forbici. Li brucia direttamente con una fiamma. E secondo voi una persona con queste abitudini può dormire in una casa normale?

La risposta è ovvia: l’uomo più sporco del mondo dorme in un buco scavato sul terreno, anche se gli abitanti del villaggio gli hanno costruito una baracca che lui usa in caso di pioggia.

Cosa ne pensate della sua vita? Chissà cosa lo ha portato a prendere queste drastiche decisioni. In ogni caso non è l’unica persona al mondo ad aver deciso di seguire uno strano e alternativo stile di vita. Vi ricordate delle donna drago?

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button