Attualità

Luca Lorini, primario di Bergamo: “I no vax liberino i posti letto”

Luca Lorini, il primario di Bergamo, intervistato da La Repubblica, ha rivelato il suo pensiero su coloro che sono contrari al vaccino anti Covid. E lo ha fatto senza mezzi termini, al punto che le sue parole sono finite al centro della polemica.

Fin dall’inizio della pandemia, il direttore del dipartimento di emergenza e area critica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, è stato in prima linea contro questo virus insidioso che ha già fatto tante, troppe vittime. E proprio durante l’intervista ha deciso di raccontare qualcosa in più sulla sua esperienza.

Luca Lorini, il primario di Bergamo: “Sei libero di ammalarti, anche di scegliere di morire”

Durante la prima ondata Bergamo è stata una delle città più colpite dal Covid. Proprio per questo, il dottor Lorini ha deciso di scegliere parole dure e forti da dedicare ai no vax. Il primario ha dichiarato di non condividere ma di rispettare il pensiero dei no vax.

“Però vorrei che lui nella sua scelta rispettasse anche gli altri”.

Il dottor Lorini ha dichiarato che un no vax è non solo libero di ammalarsi, ma anche di scegliere di morire. Ma non è altrettanto libero di togliere un posto letto a chi ha rispettato le misure restrittive. E lo stesso vale, ovviamente, per il vaccino.

“Non vuoi vaccinarti? Ok. Ma se ho un posto libero in reparto, lo do a chi crede nel vaccino”.

Lu stesso nei prossimi giorni sarà uno dei primi italiani a farsi vaccinare. E lo farà per dare il buon esempio ma anche perché appartiene a una delle categorie più a rischio. Il primario ha definito il vaccino come la luce in fondo al tunnel e ha definito “straordinario” il fatto che sia stato prodotto in appena 10 mesi.

Luca Laurini ha dichiarato inoltre, di essersi reso conto della portata della tragedia vissuta a Bergamo, solo al termine della prima ondata. Ma che nonostante il dolore e le innumerevoli difficoltà, non potrebbe essere più orgoglioso del lavoro svolto dai sanitari bergamaschi. Che hanno retto alle “orde barbariche“.

Nel frattempo a San Marino: San Marino, niente cure gratis per chi rifiuta il vaccino anti Covid

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button