Il vino attiva il cervello: parola di scienza

Secondo uno studio neuroscientifico il vino attiva il cervello, rendendolo più impegnato rispetto a qualsiasi altra attività quotidiana.

Si tratta di un’interessante scoperta che rende il vino un inaspettato alleato per il nostro cervello, ed è stata effettuata dal professor Gordon Shepherd della Yale School of Medicine ed ex caporedattore del Journal of Neuroscience.

Il vino attiva il cervello: i dettagli della scoperta

Questo non è il primo studio che indica un benefico collegamento fra il vino e il cervello. Secondo il professor Shepherd esiste un’interessante gamma di sistemi cerebrali sensoriali, motori e centrali, coinvolto nella degustazione del vino.

Ma quali sono i fattori che attivano la nostra attività cerebrale? Li trovate di seguito:

  • olfatto
  • vista
  • gusto
  • deglutizione e altri effetti provocati dall’ingestione del liquido
  • i movimenti della lingua
  • i processi della corteccia cerebrale che memorizza i sapori nella memoria
  • il particolare linguaggio che viene utilizzato per descrivere le caratteristiche del vino

Il professor Shepard ha analizzato principalmente i meccanismi con cui il cervello percepisce il sapore del vino. Secondo lui si comporta più o meno come quando “analizza” i colori.

Gli esperti affermano che i colori non esistono, ma che è il nostro cervello e elaborarli attraverso la luce e le varie lunghezze d’onda.

Proprio allo stesso modo anche le molecole del vino sono insapori ed è il cervello ad “assaggiarle” e a dare loro sapore.

Secondo il professore la degustazione del vino riesce ad attivare il nostro cervello molto di più rispetto ad un esercizio complesso di matematica.

Altri scienziati affermano invece che tutto ciò sarebbe il risultato dell’attività dei vari sensi e che l’attività cerebrale non c’entri proprio niente.

In ogni caso gli studi effettuati sul vino sono stati tanti. Questo è sicuramente uno dei più interessanti: Il vino uccide i germi e i batteri: parola di scienza

} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *