Grandine a forma di Coronavirus: panico in America. Ma i meteorologi rassicurano

In America cadono chicchi di grandine a forma di Coronavirus e subito si diffonde il panico. È questa l’ultima incredibile notizia che arriva da oltre oceano e che in poco tempo ha fatto il giro del web. Perché va bene essere spaventati da ciò che sta succedendo, ma senza vedere segni del destino o superstizioni ovunque. Che già la situazione è abbastanza allarmante di suo.

Da ormai più di due mesi il nostro paese sta affrontando una delle emergenze sanitarie peggiori degli ultimi tempi. E come l’Italia, tutto il mondo. Il Coronavirus ha già ucciso migliaia e migliaia di vittime, oltre ad aver radicalmente cambiato le nostre abitudini e le nostre vite.

Per più di due mesi siamo stati costretti ad una quarantena in casa, con l’obbligo di lasciare la nostra abitazione solo per spostamenti necessari ed indispensabili. E adesso che siamo l’ultimo Decreto annunciato da Conte è in vigore, la nostra vita torna piano piano alla normalità.

Normalità per modo di dire, date che non siamo assolutamente fuori dall’emergenza sanitaria. Normalità nel senso che è arrivato il momento di ripartire o il Coronavirus sarà il colpevole di altri problemi gravi oltre a quello sanitario.

Il Governo invita comunque alla cautela, visto che come detto il rischio contagio è ancora alto. E in mezzo a questa situazione decisamente instabile, dall’America arriva la notizia del panico che si è diffuso in seguito alla caduta di chicchi di grandine a forma di Coronavirus. Vediamo insieme che cosa è successo.

Grandine a forma di Coronavirus crea il panico in America e ai meteorologi tocca l’arduo compito di rassicurare

Una notizia sicuramente bizzarra, soprattutto in un periodo come questo in cui è importante mantenere la cautela, ma senza creare panico. Eppure, come molto bene abbiamo imparato, le persone non la smettono mai di stupirci.

In Messico e negli Stati Uniti, alcuni giorni fa sono caduti dei chicchi di grandine a forma di Coronavirus. E in un attimo si è scatenato il panico. Sono state tantissime le persone che hanno visto una relazione tra la grandine a forma di Sars Cov – 2 e la pandemia.

Per fortuna la scienza è intervenuta per porre fine a questa assurda mania di superstizione nei confronti di una situazione già abbastanza grave di per sé. I meteorologi, infatti, hanno spiegato che si tratta di un fenomeno del tutto naturale e che ovviamente non è la prima volta che succede.

Solo che prima nessuno ci aveva fatto caso. Un esperto in materia ha spiegato il fenomeno, come riportato dal Fatto Quotidiano.

Quando c’è una tormenta molto forte la grandine che si forma inizialmente ha una forma sferica, ma sulla sua superficie si vanno ad accumulare strati di ghiaccio a partire da un primo ‘embrione’, con il rischio anche di caduta di chicchi decisamente grandi e pericolosi. Nelle tormente più forti – ha proseguito – in cui la grandine ha già un diametro importante, lo scontro tra le sfere di ghiaccio fa sì che queste si uniscano in agglomerati più grandi che non avranno una forma semisferica, ma più simile a quella di una stella.

Beh, forse non ci voleva l’intervento di un esperto per capire che non esiste nessuna connessione tra la forma dei chicchi di grandine e il Coronavirus. Ma a proposito di Coronavirus e quarantena. Se avete paura di uscire dalla quarantena, niente paura, è una cosa normale. Soffrite della Sindrome della Capanna.

} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *