Attualità

Farmaco antiulcera ritirato dal commercio: ecco i lotti interessati

Ancora un caso di farmaco ritirato dal commercio che questa volta riguarda un medicinale antiulcera. Parliamo dell’Omeprazolo, un prodotto farmaceutico che serve per curare i problemi gastrici come ulcere e reflussi gastroesofagei.

A renderlo noto è l’Aifa, ovvero l’Agenzia Italiana del farmaco. Con un recente comunicato, l’Istituzione pubblica che si occupa dei farmaci nel nostro paese ha reso noti i lotti interessati e come dobbiamo comportarci. Vediamo insieme i dettagli.

I lotti del farmaco antiulcera ritirato dal commercio

Innanzitutto, vogliamo rassicurare tutti i lettori. Succede di frequente che i farmaci che utilizziamo tutti i giorni subiscano questo trattamento.

Solitamente succede a causa di incompatibilità o problemi emersi duranti i controlli di post produzione. Nella maggior parte dei casi, comunque, si tratta di ritiri a scopi preventivi, che non hanno dunque l’obiettivo di diffondere il panico.

Come detto, il farmaco antiulcera ritirato dal commercio è l’Omeprazolo. Parliamo del medicinale prodotto dalla Sandoz che, come dichiarato dalla stessa azienda produttrice, deve essere riportato in farmacia.

Sono cinque i lotti interessati ed in particolare sono:

HX7523 scad. Ott. 2019 , JC5162 scad. Ott. 2019, JC5166 scad. Nov. 2019, JU1484 scad. Gen. 2021 e JU1485 scad. Gen. 2021.

Stando a quanto dichiarato dall’azienda produttrice del farmaco, la Sandoz, il farmaco deve essere riportato in farmacia a causa della presenza di precipitato. Si tratta di un problema che riguarda la solubilità della medicina che non dovrebbe esserci.

Cosa fare quando un farmaco viene ritirato? Il consiglio è ovviamente quello di non assumerlo e di recarsi nel punto di vendita per la restituzione. Ovviamente, quando si tratta di farmaci estremamente importanti per la nostra salute dovete assolutamente chiedere al vostro medico di fiducia prima di sospendere la terapia.

Nel caso dell’Omeprazolo è stata la stessa Aifa ad assicurare i consumatori che il ritiro non deve in alcun modo preoccupare. In ogni caso, se aveste uno dei lotti interessati, riportateli presso il punto di vendita per avere maggiori informazioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button