Attualità

Decreto riaperture approvato: ecco che cosa cambia e da quando

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto riaperture, che sarà in vigore dal prossime 26 Aprile: ecco quali sono tutte le novità

Approvato il Decreto riaperture che, seppur in maniera graduale, allenterà le misure di restrizione attualmente in vigore per la gestione dell’emergenza Coronavirus. L’attuazione delle nuove regole avrà inizio il prossimo 26 Aprile, tra alcune novità e alcune conferme.

Il Consiglio dei Ministri, con l’astensione della Lega, ha approvato il testo, che come detto ha l’obiettivo di allentare le misure di restrizioni in vigore. Vediamo insieme quali sono tutte le novità.

Decreto riaperture approvato dal Consiglio dei Ministri: le novità

La versione definitiva del Decreto verrà pubblicata in Gazzetta ufficiali ed entrerà in vigore il prossimo 26 Aprile. Nel frattempo lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 31 di Luglio. La prima novità riguarda le zone gialle.

A partire da Lunedì prossimo, torna la zona con le minori restrizioni (dopo la zona bianca) e attualmente sono diverse le Regioni che puntano al passaggio proprio a dalla prossima settimana. Novità anche per gli spostamenti tra Regioni, che tornano a essere permessi, seppur con alcune regole.

Tra le Regioni in zona gialla ci si potrà spostare liberamente; per muoversi tra Regioni rosse e arancioni, servirà invece l’ormai famoso certificato verde: si dovrà dimostrare di avere effettuato un tampone con risultato negativo, di avere ricevuto il vaccino oppure di essere già guariti dal Covid.

Nessuna novità invece per il coprifuoco, che resta fissato alle 22; nonostante le pressione della Lega, il Premier non cambia idea; per il momento resta il divieto di uscire tra le 22 e le 5.

La novità più attesa è sicuramente quella dei ristoranti, che potranno riaprire anche a cena, ma solo in zona gialla e solo con il servizio all’aperto. Si torna anche a scuola quasi al competo, dal momento che in zona gialla e arancione c’è la possibilità di tornare in presenza tra il 70 e il 100% degli studenti.

Da Lunedì riaprono anche cinema e teatri, sia al chiuso che all’aperto. Per le palestre bisognerà aspettare il 1 di Giugno, mentre per le piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari il 15 di Maggio.

In attesa di novità, leggi anche: cade dalle scale mentre è in smart working, per l’Inail è infortunio sul lavoro.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button