What The Fart, la prima gara competitiva di peti che si svolge in India

Ami metterti alla prova, gareggiare e soprattutto primeggiare in tutto? Abbiamo quello che fa per te: What The Fart, ovvero la prima in assoluto gara di peti.

Chissà, magari potresti vincere il premio in denaro dedicato al vincitore, ovvero a colui o colei che emetterà il peto giudicato migliore in assoluto.

What The Fart: in India la prima gara di peti

La gara, alla prima edizione, si svolgerà in India nella città di Surat, e vanta già un notevole primato: è infatti il primo evento competitivo ufficiale al mondo.

L’idea è venuta al figlio del noto cantante Yatin Sangoi, che inoltre sarà anche il giudice che analizzerà i peti della gara.

Le scorregge verranno giudicate in base al volume, alla lunghezza e anche alla musicalità. Se siete curiosi di sapere come l’idea gli sia balenata in testa, leggete le sue dichiarazioni:

“Un giorno ero al cinema con la mia famiglia, quando ho avuto l’impellente bisogno di scorreggiare. Ebbene, dopo averlo fatto, la persona che era seduta di fianco a me mi ha scherzosamente detto che se fosse esistita avrei sicuramente vinto una gara di peti”.

Così al geniale o pazzoide, dipende dai punti di vista, 48enne è venuta l’idea in mente. Sangoi ha inoltre affermato che la gara non è solo un evento divertente e goliardico, ma ha uno scopo ancora più nobile.

Ovvero quello della salute delle persone, infatti secondo lui è necessario abbattere i tabù delle norme culturali. “Desidero normalizzare la scorreggia. Una trentina di anni fa, infatti, era possibile emettete peti in pubblico senza che nessuno ci facesse caso più di tanto.

Adesso invece siamo diventati tutti troppo sofisticati, al tal punto che evitiamo di fare un’azione che secondo i medici fa bene alla salute”.

What The Fart ha anche un hastag dedicato #FreeTheFart  e come detto sopra prevede un premio in denaro, anzi diversi premi che variano dalle 60 alle 160 euro.

Curiosi di conoscere i consigli che Sangoi ha elargito per affrontare al meglio la gara? Mangiare fagioli, patate bollite e ravanelli.

Se proprio non ce la fate all’idea di scorreggiare ad una gara, potrete partecipare alla Marathon du Médoc, la maratona in cui si mangia formaggio e beve vino

(Visited 399 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *