Regole per giocare a UNO: ecco perché abbiamo sempre sbagliato

Chi si ricorda dei tanti pomeriggi interminabili trascorsi a giocare a UNO? Quel che non sapete però, è che la maggior parte di noi ha sempre giocato in modo sbagliato. Non ci credete? Ecco le vere regole per giocare a UNO.

Alzi la mano chi non ha mai giocato a UNO, se fra voi c’è qualcuno che non conosce questo indimenticabile gioco da tavola è perché molto probabilmente è ancora troppo giovane, un bambino a dirla tutta.

Regole per giocare a UNO: in cosa sbagliavamo?

Assodato quindi che questo gioco di carte sia un dei più conosciuti in assoluto, anche all’estero, e che i ricordi a lui collegati sono fra i più belli in assoluto, siamo sicuri di conoscere perfettamente le regole?

Perché pare che ci abbiamo giocato sempre in maniera sbagliata, tanto che recentemente la stessa ditta produttrice è dovuta intervenire per mettere in chiaro le cose.

E in merito alla ditta produttrice, sapete che è la stessa di Barbie? Sì, stiamo parlando proprio della Mattel, l’azienda americana che tra l’altro ha prodotto altri numerosi giocattoli come le famosissime Polly Pocket e le Hot Wheels.

Nel 1971 quindi, ha messo in commercio le ben note Carte UNO, corredate anche dalle istruzioni che però a quanto pare in pochi si sono degnati di leggere.

Con un post su Facebook, diventato viralissimo, la Mattel ha fatto sapere al mondo intero che la famigerata carta +4 può essere giocata solamente nel caso in cui il giocatore non abbia in mano nessuna carta del colore presente sul tavolo.

Non ci credete eh? Sappiate che non siete gli unici, perché sono stati in tanti a rimanere a bocca aperta.

Soprattutto al pensiero di tutte quelle partite in cui con la vittoria ormai in tasca vi attingevate a lanciare sul tavolo l’ultima carta al grido di UNOOOOOOOO e il vostro avversario tirava fuori la +4 sapientemente conservata.

Ah che bei tempi, vero?

L’ultima novità dall’estero? Che ne dite degli Snack di insetti: l’ultima trovata commerciale che sta spopolando?

(Visited 2.482 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *