L’offerta di lavoro della Nuova Zelanda che nessuno vuole accettare

Allucinante pensare che al tempo di crisi lavorativa che viviamo oggi, ci sia ancora disposto qualcuno a rifiutare offerte così renumerative e vantaggiose.

E’ quel che è accaduto in merito ad un’offerta di lavoro in Nuova Zelanda decisamente allettante, ma che però non trova risposta.

Offerta di lavoro in Nuova Zelanda, ecco perché nessuno vuole accettarla

Siamo a Tokoroa, una ridente cittadina di circa 6000 abitanti della Nuova Zelanda che è alla disperata ricerca di un medico curante.

Quello presente attualmente, il Dottor Alan Kenny, non riesce a prendersi cura da solo, di tutti i suoi pazienti e sta cercando un collaboratore, ma la ricerca non è destinata a concludersi facilmente.

Nonostante l’ottimo guadagno promesso ( circa 260 mila euro all’anno), il dottore non riesce a trovare nessun medico disposto a trasferirsi in città.

Evidentemente le ferie pagate e la possibilità di non lavorare il fine settimana, non hanno convinto i candidati che si sono tenuti alla larga da Tokoroa.

Gli aspiranti sostituti del medico non sono disposti ad accettare il posto di lavoro, perché lo vedono come un vicolo chiuso per la propria carriera.

Effettivamente la cittadina è piccola e molto poco stimolante in confronto a città molto più grandi e appetibili, ma il lavoro è sicuro e l’opportunità è davvero unica.

L’appello del Dottor Kenny diventato virale è stato un buco nell’acqua: la maggior parte dei CV ricevuti erano stati mandanti da aspiranti collaboratori che non parlavano una parola di inglese e che addirittura non possedevano nessuna competenza medica.

Alan Kenny si dichiara disperato e ha recentemente affermato di soffrire di continui mal di testa, causati dallo stress della ricerca.

Nonostante la dura ricerca, però non si arrenderà: il suo centro medico ha estremo bisogno di un altro dottore. Non possiamo fare a meno di augurargli di trovarlo al più presto.

Non siete dottori ma siete alla ricerca di un lavoro dei sogni? Potrebbe interessarvi diventare Tester di spiagge e resort: dal Messico arriva il lavoro dei sogni

 

 

(Visited 354 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *