Fur Butler, il maggiordomo dei cani: il lavoro dei sogni

AAA cercasi Fur Butler, il maggiordomo di Kitty, il Bovaro del Bernese dell’Hotel St Regis di Aspen e di tutti gli ospiti a 4 zampe.

Se siete in cerca di lavoro e stravedete per i cani allora questa offerta fa proprio al caso vostro. Ad Aspen sono alla ricerca di un Fur Butler. Cos’è? Ve lo diciamo subito.

Cercasi un Fur Butler per Kitty

Nel dicembre del 2018 il famoso St Regis Hotel di Aspen ha ufficialmente assunto Kitty Jacob Astor II, un bellissimo esemplare di Bovaro del Bernese che ha il compito di accogliere i clienti.

Svolge il suo lavoro diligentemente, girando per l’hotel in cerca di carezze e anche per dare la buonanotte. Ma il suo lavoro non finisce qui, perché Kitty ha anche l’importante compito di andare a prendere gli ospiti all’aeroporto.

Ovviamente in poco tempo è diventato una star del web, il suo personale profilo Instagram conta già 43mila follower. E adesso, per fargli compagnia, l’hotel cerca un Fur Butler, ovvero un maggiordomo che possa esaudire tutti i suoi desideri.

Ma anche delle necessità degli amici a 4 zampe che faranno compagnia agli ospiti durante la loro permanenza al bellissimo e lussuoso hotel.

Famoso anche per mettere a disposizione dei cani dei servizi appositamente pensati per loro, come lettini e menù gustosi e da leccarsi i baffi.

Ma da dove nasce questa figura quasi leggendaria? Il Fur Butler è nato da un’idea del fondatore della catena di hotel St Regis, John Jacob Astor IV.

Lo introdusse nel 1904 al St Regis di New York e lo dedicò al suo cane Kitty. Il Bovaro Kitty prende il nome proprio dal suo precedessore e il servizio che si vuole di nuovo introdurre è un omaggio al cane di John Jacob Astor IV.

Passiamo adesso alle doti naturali che deve possedere il possibile candidato:

– Tanta fantasia necessaria per inventare sempre nuove e interessanti avventure

– Ovviamente dovrà essere un amante dei cani

– Saperci fare con i social ed essere un bravo fotografo

E’ possibile candidarsi pubblicando una foto o un video su Facebook e Instagram, l’importante è ricordarsi di usare l’hashtag #kittysfurbutler. Bisognerà inoltre spiegare i motivi per cui si pensa di essere il candidato ideale e mandare il tutto via email, insieme al Cv all’indirizzo kitty@stregis.com.

Se siete americani invece potrebbe interessarvi questa offerta: Pagati per guardare film Disney: il lavoro che tutti vorrebbero

(Visited 923 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *