Storie

Covid, porta a spasso il marito al guinzaglio per aggirare le nuove restrizioni

Covid, porta il marito fuori al guinzaglio e si becca una multa piuttosto salata. La storia che stiamo per raccontarvi è decisamente bizzarra, ma non si tratta né di una barzelletta, né tantomeno di una vicenda inventata.

Il Covid sta mettendo in ginocchio da circa un anno tutto il nostro Pianeta. L’Italia non è certamente l’unico Paese in cui sono state attivate delle limitazioni e delle restrizioni. Da molti mesi stiamo facendo i conti con divieti di uscire, di spostamento e altro. E qualcuno, anzi più di uno, inizia a risentirne.

Covid: porta il marito fuori al guinzaglio

La storia che stiamo per raccontarvi ha origine in Canada e vede come protagonisti una coppia di coniugi stufi di rimanere in casa. Negli ultimi giorni anche in Canada sono arrivate le restrizioni che hanno il compito di limitare il contagio. Siamo a Sherbrooke, nel Quebec e da poco c’è il coprifuoco che vieta ai cittadini di uscire di casa dalle 20 alle 5.

Evidentemente a qualcuno questa situazione inizia a stare stretta. La nostra coppia di coniugi ha quindi pensato a uno stratagemma per uscire. Come pensassero di poterla fare franca non è dato saperlo. Tuttavia sappiamo che questa storia ha già fatto il giro del mondo.

Intorno alle 21 dell’altra sera la polizia ha incontrato una coppia decisamente singolare. Il marito camminava a quattro zampe e aveva un collare intorno al collo. Sua moglie, grazie all’utilizzo di un guinzaglio, lo stava portando a passeggio. Alle richieste dei poliziotti ha risposto di essere fuori con il suo cane.

In effetti uscire con il proprio amico a quattro zampe è concesso a qualsiasi ora, peccato che la donna stese portando in giro suo marito. La polizia ovviamente non ci ha messo molto a multare i due furbacchioni. Che adesso dovranno pagare una multa di 3100 dollari.

E sempre a proposito di stranezze: La donna con le unghie più lunghe del mondo ha deciso di venderle per più di 40 mila Euro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button