Attualità

Covid, per la data chiave del 25 febbraio spunta l’ipotesi lockdown soft

Covid, dal 25 febbraio l’Italia potrebbe dove subire un lockdown soft. Una sorta quindi di fascia arancione rinforzata e non il pesante lockdown con cui abbiamo fatto i contri quasi un anno fa.

L’obiettivo è di fermare la pericolosa corsa delle varianti che ormai fanno sempre più paura.

Covid, la proposta del Governo Draghi: lockdown soft dal 25 febbraio in Italia

Come riporta Today, il premier Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza starebbero pensando a un lockdown soft dal 25 febbraio. In quella data gli esperti dovranno decidere anche se prorogare il divieto agli spostamenti tra regioni.

Al momento ci sono tre ipotesi sul tavolo di Palazzo Chigi. La prima prevede la sospensione delle fasce colorate che porterà il Paese in un’unica fascia: quella arancione rafforzata dal lunedì al venerdì. Con tutto ciò che ne consegue.

Con la seconda ipotesi potremmo invece tornare alle misure di Natale. Restrizioni da zona arancione durante la settimana e restrizioni da zona rossa durante il weekend. Tutte le misure prevedono la chiusura di bar e ristoranti che potranno lavorare solamente d’asporto.

Ma è la terza ipotesi la più restrittiva. Perché prevede la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. E sarà l’unica da prendere in considerazione nel caso in cui le altre due non dovessero dare gli effetti sperati. Nel frattempo, dopo il monitoraggio di ieri passano in zona arancione la Campania, l’Emilia Romagna e anche il Molise.

Da domani, 21 febbraio, nelle suddette zone non sarà possibile spostarsi da un Comune all’altro e bar e ristoranti potranno lavorare solo d’asporto. Purtroppo il monitoraggio segnala un peggioramento in tutta Italia, al punto che gli esperti chiedono un innalzamento delle misure restrittive.

Nel frattempo ecco un’altra notizia legata alla situazione attuale del nostro Paese: Covid, oggi la decisione sul cambio colore delle Regioni: ecco chi rischia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button