Attualità

Covid, negazionista si ammala: “Ora vedo che le corsie stracolme sono vere”

Si chiama Daniele Egidi, ha 54 anni e fino a qualche settimana fa era un negazionista del Covid. Ha cambiato idea quando si è ammalato lui stesso ed è finito ricoverato in ospedale. Ha capito che la situazione è davvero drammatica, esattamente come la descrivono medici ed infermieri costantemente impegnati nella lotta contro il virus.

Daniele vive a Fano, nelle Marche ed è un tecnico informatico in tribunale. Fino a poco fa non credeva agli ospedali pieni di pazienti sofferenti, alle ambulanze che trasportano i malati Covid e non era convinto che le vittime decedute fossero morte a causa del virus.

Covid, il negazionista Daniele si ricrede

Attualmente è ricoverato in ospedale, nel reparto di Pneumologia a causa di una polmonite bilaterale e di un’ossigenazione all’86%. Fortunatamente non ha la febbre, ma si sente molto debole ed è ancora attaccato all’ossigeno.

“Non avevo capito, rifiutavo inconsciamente l’idea che la pandemia fosse grave, minimizzavo culturalmente l’emergenza sanitaria. Qui, mi sono reso conto di esser stato per circa un anno fuori dalla realtà. Forse è brutto dirlo ma bisogna passarci. Ora vedo che le corsie stracolme sono vere”.

Daniele infatti, fino a qualche settimana fa, era un negazionista del Covid. Solo con la malattia ha capito quanto le sue credenze errate e le sua parole abbiano provocato danni, mettendo in pericolo altre persone. Le sue convinzioni hanno finito per mettere a rischio anche la sua stessa vita.

Per sua stessa ammissione Daniele Egidi ha affermato di non aver mai indossato la mascherina fuori dal lavoro. La degenza in ospedale gli ha dato un’altra prospettiva delle cose. L’uomo ha infatti dichiarato che in ospedale “tutto segue una logica e un suo percorso“.

Ora spera che la sua esperienza e le sue parole possano servire a evitare a qualcuno il suo stesso calvario. Nel frattempo in una scuola italiana: Bambina di 12 anni sospesa da scuola per aver abbracciato una compagna senza mascherina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button