Attualità

Covid, le Regioni che rischiano di più il cambio colore

Covid, quali sono le regioni che più di tutte rischiano un cambio di colore. La situazione torna seria in gran parte del nostro Paese che al momento è diviso in due. in alcuni Comuni è scattato il lockdown, mentre altre zone sono destinate a passare in fascia arancione.

È in aumento l’incidenza Covid sul tutto il territorio nazionale (la settimana scorsa era 133,13 per 100mila abitanti, mentre ora è a 135,46). Un valore davvero molto lontano da quello che consente il rispristino dell’identificazione dei casi e di tracciamento dei contatti (50 per 100mila).

Covid, le regioni che stanno andando incontro a un cambio di colore

Purtroppo attualmente l’incidenza settimanale superare la soglia di 250 casi per 100mila abitanti in almeno tre zone. Stiamo parlando dell’Umbria, della Provincia Autonoma di Trento e di Bolzano. Il rischio che gli esperti temono è il sovraccarico dei servizi sanitari già pieni di persone ricoverate in gravi condizioni a causa del Covid.

Anche l’Rt è in aumento rispetto ai valori della scorsa settimana. Quello calcolato sui casi sintomatici si aggira sullo 0,99. Sono ben 10 le regioni che hanno un indice Rt superiore all’1. Vediamo quindi com’è la situazione regione per regione. E quali sono le zone che si accingono a passare nella fascia con più restrizioni.

RISCHIO BASSO

Di seguito le regioni con una situazione decisamente più tranquilla rispetto alle altre:

  • Lazio
  • Calabria
  • Veneto
  • Liguria
  • Puglia
  • Piemonte
  • Sicilia
  • Sardegna

 

RISCHIO INTERMEDIO

In una fascia di rischio moderato troviamo:

  • Campania
  • Valle d’Aosta
  • Basilicata
  • Toscana
  • Lombardia
  • Friuli Venezia Giulia

 

RISCHIO MODERATO CON PROBABILITA’ DI PROGRESSIONE

Una sorte di fascia arancione rinforzata per le seguenti regioni:

  • Marche
  • Emilia Romagna
  • Molise
  • Abruzzo
  • Provincia Autonoma di Trento
  • Provincia Autonoma di Bolzano

 

RISCHIO ALTO

L’unica regione che si trova nella fascia che presenta una situazione più rischiosa è l’Umbria. Per ulteriori aggiornamenti: Nuovo Decreto Draghi, prima stretta attesa per il weekend

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button