Attualità

Covid, il no del Governo alle Regioni su allentamenti: le ultime novità

Emergenza Covid, il Governo ha deciso di tenere una linea dura anche sotto Natale, nonostante le richieste dei Governatori delle Regioni di allentare la stretta almeno durante le festività. Il Governo però ripete da ormai molto tempo che non è il momento di fare passi falsi e di commettere gli stessi errori di questa estate, quando l’allenamento improvviso delle misuri di restrizione ha portato alla seconda ondata.

La situazione nel nostro paese sta migliorando, ma un passo falso ora potrebbe vanificare tutti gli sforzi fatti. Ecco perché, secondo il Governo, il Natale non può rappresentare un’eccezione, soprattutto perché il virus non va in vacanza. Il Governo sta dunque lavorando al prossimo Dpcm, con quello attuale in scadenza il 3 Dicembre. Vediamo insieme quali sono le ultime novità e come si prospetta il nostro Natale.

Covid, il no del Governo alle Regioni su misure più leggere sotto Natale: ecco come saranno le nostre feste

Come detto, il Governo sembra intenzionato a mantenere una linea dura. Una delle ipotesi emerse dall’ultima riunione è quella del divieto di uscire dal proprio Comune a Natale e Capodanno. Questo stop dovrebbe essere valido solo per il 25 e 26 Dicembre e per il 1 di Gennaio.

Le novità però riguardano anche gli spostamenti tra le Regioni. L’obiettivo è quello di portare tutta l’Italia in zona gialla durante il periodo delle festività natalizie, ma dal 21 potrebbero comunque essere vietati gli spostamenti tra le Regioni.

Il dubbio degli italiani dunque resta sempre lo stesso: possiamo vedere i parenti più stretti il giorno di Natale? La risposta è ancora incerta. Sembra infatti che il Governo intenda concedere delle deroghe per i familiari più stretti, mentre ormai sembra essere accantonata l’ipotesi del numero massimo di persone a tavola.

Non è ancora chiaro quali saranno gli spostamenti concessi il giorno di Natale, anche se come detto la linee sembra essere dura. In attesa di novità, ecco l’ultima proposta per un Natale più liberi: la zona bianca.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button