Attualità

Covid, arriva il possibile slittamento del coprifuoco alle 23: ecco da quando

Emergenza Covid, spunta la data per il possibile slittamento del coprifuoco alle 23: ecco da quando potrebbero cambiare le regole

Novità in arrivo nella gestione dell’emergenza Covid, con il possibile slittamento del coprifuoco alle 23. Da oggi l’Italia riparte e si tinge sempre di più di giallo, con la speranza che con il passare delle settimane le regole siano sempre meno severe.

Oggi entra in vigore il nuovo Dpcm, un Decreto che segno ufficialmente il primo passo verso la ripartenza. Torna la zona gialla, tornano gli spostamenti tra le Regioni (seppure con alcune regole) e tornano i ristoranti aperti a cena (anche in questo caso con opportune regole).

L’unica cosa che per il momento non è cambiata è il coprifuoco. Un argomento molto discusso negli ultimi giorni e che non sembra mettere d’accordo il Governo. Per il momento resta fissata l’impossibilità di spostarsi (se non per comprovati motivi di necessità) tra le 22 e le 5 del mattino, anche se secondo gli ultimi rumors presto potrebbe cambiare. Vediamo insieme tutte le ultime novità.

Il Governo apre allo slittamento del coprifuoco alle 23: ecco quale dovrebbe essere la data chiave

La notizia è stata diffusa da tgcom24: sembra che dal prossimo 17 di Maggio il coprifuoco potrebbe slittare di un’ora, ovvero alle 23. Niente di ufficiale naturalmente, anche perché bisognerà prima valutare gli effetti di questo primo allentamento delle regole.

L’indice dell’Rt nazionale continua a scendere, ma come ripetuto da moltissimi esperti non è il momento di abbassare la guardia. Questo tentativo di un graduale ritorno alla normalità non deve essere preso come un libera tutti o il rischio è quello di fare un passo avanti per poi farne 100 indietro.

Da oggi comunque moltissime Regioni sono in zona gialla, riaprono i ristoranti anche a cena (anche se solo con la possibilità di servire all’aperto) e riprendono gli spostamenti liberi all’interno della Regione.

Torna anche la possibilità di muoversi tra Regioni: gli spostamenti sono liberi tra le Regioni in zona gialla, mentre serve il certificato verde (vaccino, tampone negativo o guarigione da Covid) per uscire e entrare nelle Regioni arancioni o rosse.

Nel frattempo, a Chiavasso si fa un aperitivo negazionista e il video fa il giro del web.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button