Attualità

Covid, approvato il nuovo Decreto in vigore dal 16 Gennaio: tutte le nuove regole

Covid, è stato approvato il nuovo decreto che entrerà in vigore dal 16 gennaio. Nella giornata di ieri, il consiglio dei ministri, ha dato quindi il via libera alle nuove misure restrittive che rimarranno valide fino al 5 marzo. Nessuna novità rispetto alle anticipazioni delle scorse settimane.

Ma vediamo nel dettaglio cosa ci aspetta per le prossima settimane.

Covid: nuovo decreto approvato e in vigore dal 16 gennaio

Come riporta il Corriere della Sera è confermato il divieto di spostamento tra Regioni, anche se queste si trovano in zona gialla. Consentite invece le visite ad amici e parenti in due, ma solo una volta al giorno. Questo decreto porta quindi un rafforzamento della zona gialla e ne crea una nuova, quella bianca.

Con i nuovi criteri una Regione finisce in zona arancione con un indice Rt pari a 1, mentre per la zona rossa deve essere 1,25. Ma non è tutto: “secondo la medesima procedura ed in presenza di una analoga incidenza settimanale dei contagi, anche le regioni che si collocano in uno scenario di tipo 1 e con un livello di rischio alto”, possono finire in zona arancione.

Che ricordiamo, prevede la chiusura dei bar e dei ristoranti e anche il divieto di uscire dal proprio comune. Restano invece aperti i centri estetici, i parrucchieri e i negozi. Tra le 5 e le 22, senza sconfinare dalla propria Regione, è consentita la visita ad amici e parenti. Ma solo per una volta al giorno e in compagnia, massimo, di un’altra persona.

L’unica novità riguarda quindi l’istituzione di una nuova fascia, quella bianca. Che equivale a un ritorno alla normalità, con l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento sociale. Ma come si entra in zona bianca? Con un livello di rischio basso con un’incidenza settimanale dei contagi, per almeno due settimane di fila, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti.

Nel frattempo: Covid, Enrico Ruggeri: “Fermiamo tutto per 1 positivo su 400? Qualcuno sta impazzendo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button