Attualità

Coronavirus, scuola di Milano vieta di baciare i figli

Per scongiurare ulteriori contagi da coronavirus una scuola di Milano ha chiesto ai genitori di non baciare i propri bambini nel momento in cui li lasciano per le lezioni. Al momento non ci sono state lamentele da parte delle famiglie. Che sono senz’altro preoccupate dalla possibilità che le scuole vengano chiuse.

Nella serata di ieri, il Governatore della Campania ha deciso di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado per almeno due settimane. Nonostante le dichiarazioni del ministro dell’Istruzione, anche nelle altre regioni si teme la stessa decisione.

Coronavirus, scuola di Milano proibisce di baciare i propri figli

La scuola non sta certamente vivendo un periodo facile e le prospettive future sono anche peggiori. Come dicevamo in Campania sono state chiuse tutte le scuole, cosa succederà nel resto d’Italia? Al momento i protocolli per entrare a scuola sono piuttosto rigidi.

Ingressi scaglionati, controllo a casa della temperatura etc.. ma la consapevolezza che tutto ciò non sia sufficiente fa tremare milioni di famiglie. Nel frattempo alcune scuole sembrano aumentare le direttive. Ne è l’esempio una scuola milanese che ha chiesto ai genitori di non baciare i bambini prima del loro ingresso.

Stiamo parlando della St. Louis School, la cosiddetta “scuola dei vip” formata da tre Campus. La british school accoglie studenti dai 2 ai 18 anni e nella città lombarda è molto frequentata. Naturalmente le più famose norme anti-Covid sono già rispettate.

Tuttavia visto il peggioramento della situazione il Dirigente ha chiesto qualcosa di più: ovvero di evitare di baciare i bambini prima di farli entrare in classe. Jake Brunett, il direttore scolastico ha deciso di inviare una lettera a tutte le famiglie.

In cui sottolinea l’importanza del rispetto delle regole e in cui aggiunge questa ulteriore raccomandazione:

“Mi rincresce fare questa richiesta, ma per favore non baciate i vostri figli durante il drop off. Questo gesto naturale che facciamo ogni giorno senza pensarci, è considerato come un mezzo di ulteriore trasmissione del virus”.

In Emilia Romagna nel frattempo: Forlì, agenzia immobiliare vieta l’ingresso a chi indossa la mascherina

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button