Attualità

Coronavirus, respiratori realizzati da maschere sub

A causa dell’emergenza coronavirus, negli ospedali italiani, soprattutto quelli del Nord, si è registrata una mancanza pericolosissima: quella dei respiratori. Qualche giorno fa è uscita su tutto il web la notizia che un gruppo di ingegneri, sotto la guida di Cristian Fracassi, erano riusciti a creare delle valvole respiratorie, grazie ad una stampante 3D.

La notizia è arrivata al dottor Renato Favero, l’ex primario dell’ospedale di Gardone Valtrompia, a cui è venuta in mente un’idea, se possibile, ancora più innovativa: trasformare le maschere da sub in respiratori.

Coronavirus, maschere da sub convertite in respiratori

In poco tempo, dopo aver contattato la Decatlhon, gli ingegneri si sono messi a lavoro partendo dalla maschera da snorkeling easybreath che si trova già in commercio.

Il team l’ha smontata e analizzata nei minimi dettagli e dopo si è impegnato a realizzare una speciale e nuova valvola che la trasformasse in un respiratore vero e proprio.

Dopo aver installato la valvola Charlotte stampata in 3D, la maschera è stata testata prima su un collega e poi su un paziente. Tuttavia sul loro sito gli ingegneri hanno chiaramente specificato che il loro prodotto finale non è certificato. Ed è subordinato a una situazione di cogente necessità.

L’azienda ha quindi deciso di brevettare la propria miracolosa invenzione, ma ha reso il brevetto ad uso libero di qualsiasi ospedale. Inoltre, sul loro sito è già disponibile il file con la guida per la realizzazione della valvola.

Una volta ottenuta la valvola Charlotte, bisognerà solo comprare la maschera da sub e trasformarla. Il team di ingegneri ha sicuramente trovato il modo per risolvere, almeno in parte, una grave emergenza. Quella delle attrezzature, limitate, dei nostri ospedali. Grazie!

Nel frattempo qualche piccolo passo avanti lo stiamo facendo anche con i farmaci: Testati farmaci contro il coronavirus: primi risultati tra un mese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button