Attualità

Coronavirus, a Pesaro la polizia scopre 90 persone in un ristorante

Un ristorante di Pesaro nella giornata di ieri è finito nella bufera dopo che ha violato le nuove norme anti Coronavirus. L’ultimo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Conte impone infatti la chiusura di bar e ristoranti alle ore 18.

Il locale La Macelleria di Umberto Carriera, proprietario di diversi locali pesaresi, è invece rimasto aperto e ha accolto 90 commensali. Nel pieno della cena è intervenuta la Polizia che ha chiuso il ristorante e mandato tutti a casa.

Coronavirus, a Pesaro un ristorante ha sfidato il nuovo Dpcm: l’ira del Sindaco

Come riporta l’Ansa erano le 20.30 di lunedì 26 ottobre quando la polizia ha fatto irruzione nel ristorante La Macelleria situata in pieno centro storico. Dentro c’erano 90 commensali che hanno continuato a mangiare pizza e a brindare. Alla vista delle forze dell’ordine li hanno perfino invitati a mangiare con loro.

Nel frattempo il titolare aveva cercato di impedire l’ingresso ai poliziotti che hanno utilizzato una porta laterale. Nel territorio pesarese Umberto Carriera è molto conosciuto. La Macelleria è il quinto e ultimo locale aperto dal giovane.

Che ha intenzione di aprirne un sesto a Fano. L’imprenditore nel 2019 è stato inserito dalla rivista “Forbes” nella lista dei 150 imprenditori italiani under 30 da seguire. E che ieri sera ha affermato:

“Potete arrestarmi ma io non chiuderò mai”.

Nel pomeriggio nel centro di Pesaro si era svolta una manifestazione di protesta per l’ultimo Dpcm firmato dal presidente Conte. La manifestazione , autorizzata dal prefetto, si era svolta in maniera pacifica ed è poi degenerata nella cena al La Macelleria.

Una scelta, quella dell’imprenditore, che non è piaciuta ai più. E che ha ricevuto anche le critiche del Sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, che l’ha definita una “pagliacciata”.

“Con questa iniziativa infelice si rischia di rovinare la manifestazione di tante persone che hanno espresso in piazza il proprio disagio e la propria paura per il futuro”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button