Attualità

Coronavirus, ospedale risponde ai filmati dei negazionisti (video)

Emergenza Coronavirus, l’Ospedale di Treviso risponde al video pubblicato dai negazionisti che “mostrano” i reparti vuoti. Le virgolette sono d’obbligo, perché a prescindere dall’opinione di ognuno di noi circa la gestione della Pandemia, è impossibile e irrispettoso pensare che sia tutta una bugia.

Irrispettoso per le tante vittime che finora questo virus ha fatto e per le loro famiglie. Irrispettoso anche per medici, infermieri e operatori sanitari in generale che ogni giorno fanno turni massacranti in ospedale per far fronte alla saturazione delle strutture sanitarie.

Purtroppo però è molto facile imbattersi in video dei negazionisti convinti di mostrare gli ospedali vuoti, convinti di dimostrare che sia tutto un complotto. Video che poi diventano virali su Facebook e suoi Social Network in generale.

Talmente tanto virali che l’ospedale di Treviso si è sentito in obbligo di rispondere ai negazionisti con un altro video, un filmato che mostra la vera emergenza del Coronavirus nelle strutture sanitarie. Vediamo insieme di che cosa stiamo parlando.

Coronavirus, ospedale risponde ai negazionisti che mostrano gli ospedali vuoti: “ecco le vere immagini” (video)

Non è così difficile (purtroppo) imbattersi in un video diffuso da un negazionista con l’intento di “dimostrare” un complotto. Proprio come quello registrato lo scorso 10 Novembre che mostra le immagini provenienti dall’Ospedale Ca’Foncello di Treviso, che su Facebook ha più di 400 condivisioni.

Un filmato in cui si vedono sale d’aspetto vuote o corsie vuote. La verità è che l’emergenza Coronavirus si combatte dentro i reparti, nelle terapie intensive sempre più piene. Quelle corsi vuote e quelle sale d’aspetto vuote sono solo una conseguenza di questa battaglia.

Gli ospedali sono così pieni che non c’è più tempo per le visite “non urgenti”, con appuntamenti annullati e difficoltà sempre maggiori ad accedere alle cure. Ecco perché quei video non hanno senso, ecco perché non fanno altro che dimostrare la situazione emergente delle nostre strutture ospedaliere.

Ecco perché l’Ospedale di Treviso ci ha tenuto a diffondere un video che mostra le vere immagini della struttura sanitaria, la vera emergenza che si combatte negli ospedali. Non nelle sale d’aspetto, non nelle corsie, ma nei reparti e nelle terapie intensive.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button