Attualità

Coronavirus, il nuovo Dpcm con lo stop alle feste private e sport amatoriale

Potrebbe essere in arrivo un nuovo Dpcm per gestire l’emergenza del Coronavirus già da Lunedì 12 Ottobre. Il Comitato Tecnico Scientifico ha ricevuto una convocazione d’urgenza e la riunione è fissata per le 15 di oggi. L’ordine del giorno è ovviamente la gestione della Pandemia, con i contagi che negli ultimi giorni continuano a salire, anche se in molte città le terapie intensive sono quasi vuote.

Ma i contagi che salgono spaventano e il Governo è pronto a correre ai ripari. Il Premier Giuseppe Conte ha assicurato qualche giorno a che non ci sarà un nuovo lockdown, ma ovviamente le regole da seguire potrebbero cambiare costantemente.

Nella riunione di oggi si dovrà rivedere anche la situazione dei trasporti pubblici. Ad oggi la capienza massima dei mezzi di trasporto pubblico consentita è fissata all’80%, ma in molti casi questa regole viene violata. In più sembra ci sia l’intenzione di diminuire l’isolamento per la quarantena, di far chiudere i locali prima e i dare lo stop a fese private e allo port amatoriale di contatto. Vediamo insieme tutte le possibili nuove regole con il nuovo Dpcm per la gestione dell’emergenza Coronavirus.

Coronavirus, nuovo Dpcm: stop a feste private, allo sport amatoriale e chiusura dei locali anticipata

Come riportato dal Corriere della Sera, sono diversi i settori sui quali andrà ad intervenire il nuovo Dpcm. Per quanto riguarda i trasporti pubblici, l’idea è di prevedere un allentamento per i treni ad alta velocità e allo steso tempo di aumentare i controlli per far rispettare le regole.

Novità anche per il calcetto e per gli sport di contatto amatoriali in generale. Il Governo sta infatti valutando l’idea di fermare tutti gli sport amatoriali di contatto. Per il momento non si è parlato degli sport di contatto a livello professionistico che possono proseguire regolarmente.

Ci potrebbero essere novità anche per quanto riguarda le feste private. I banchetti permessi (anche per matrimoni, battesimo ecc) potranno avere un massimo di 30 invitati. Il divieto delle feste private riguarderà anche le feste private organizzate nelle nostre case che per la prima volta entrano a contatto con nuove regole.

Attenzione però, perché sembra ci sia anche l’intenzione di anticipare la chiusura dei locali quali bar e ristoranti alle ore 24. L’idea è quella di evitare gli assembramenti della movida, senza però andare a toccare ancora una volta l’aspetto economico.

Da qui arriva anche un’altra regola. Sarà impedito sostare davanti a bar, pub e ristoranti dalle 21 alle 6, proprio per evitare assembramenti. Per quanto riguarda la quarantena, l’idea è quella di ridurre il periodo di isolamento a 10 giorni.

Insomma, il Governo sembra correre ai ripari, ma senza scatenare il panico. I contagi salgono, è vero, ma per il momento gli ospedali non sono sovraffollati e le morti sono molte di meno. Occhi aperti quindi e rispetto delle regole ma senza creare il panico.

In attesa di novità, ecco la situazione Coronavirus in Cina, con zero contagi da circa un mese.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button