Attualità

Coronavirus, lockdown “light” dal 9 Novembre

Coronavirus, l’ipotesi di un lockdown “light” a novembre si fa sempre più vicina, soprattutto visto l’esponenziale aumento dei contagi negli ultimi giorni. La Germania e la Francia nelle scorse ore hanno imposto il secondo lockdown, una scelta che in Italia non sembra essere prevista.

Il premier Giuseppe Conte nella giornata di ieri ha affermato alla Camera di voler aspettare prima di decidere nuove misure restrittive. In questo modo ha smentito, per l’ennesima volta, le voci che prevedono un altro lockdown nel nostro Paese.

Coronavirus: il premier pensa a un lockdown “light” a novembre

Saranno decisivi i contagi dei prossimi giorni, tuttavia sembrerebbe che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte stia pensando di procedere con un lockdown “light”. Molto probabilmente simile a quello annunciato da Emmanuel Macron, il presidente francese.

Da poche ore in Francia il Governo ha imposto un secondo lockdown che prevede scuole, fabbriche, aziende, uffici e negozi essenziali aperti. I cittadini potranno uscire solo per andare a lavoro, portare i figli all’asilo o alle elementari e per questioni di spesa e mediche.

Nel caso in cui la curva dei contagi non accenni a diminuire, da lunedì 9 novembre e fino alla metà di dicembre, potrebbe scattare anche da noi una sorta di lockdown più leggero rispetto al precedente. Che potrebbe ridurre i contatti fra non conviventi (il 75% dei contagi) e risolvere il problema degli affollamenti sui trasporti.

“Queste restrizioni servono per gestire la pandemia senza rimanere sopraffatti. Scongiurare un nuovo lockdown, che danneggerebbe ancora di più l’economia. Siamo consapevoli che sono misure severe. Ma sono necessarie, altrimenti la curva epidemiologica ci sfuggirà completamente di mano”.

Con queste parole il premier Conte ha spiegato alla Camera i motivi che l’hanno spinto a firmare l’ultimo Dpcm.

Per un aggiornamento della situazione italiana: Coronavirus, Conte, “In Italia è scenario di tipo 3”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button