Attualità

Coronavirus, la fase 2 a tappe Regione per Regione, ma non prima del 4 Maggio

Coronavirus, l’inizio della fase 2 sarà a tappe e differenziata da Regione a Regione, con l’unico vincolo che l’ultima parola sarà sempre del Governo. Sembra essere questa la via intrapresa da Palazzo Chigi per riuscire a gestire la seconda fase dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, quella cosiddetta della convivenza con il virus.

La ripartenza sarà graduale e questo ormai lo abbiamo capito. Ma quando accadrà? E soprattutto, come si ripartirà? Secondo il Corriere della Sera ci sono alcune date chiave per la ripartenza e la fine del lock down. Vediamo insieme di che cosa stiamo parlando, ricordandovi che abbiamo già parlato della fase 2 in due step, prima le aziende e poi i cittadini.

Coronavirus, la fase 2 sarà a tappe Regione per Regione: come ripartirà l’Italia

La prima data fondamentale sarà quella del 13 Aprile. Ufficialmente si tratta ancora del giorno in cui finirà il lock down, ma è molto probabile che nei prossimi giorni arrivi il Decreto che prolungherà la quarantena. Ripartire il 13 Aprile sembra impossibile, anche se la situazione sembra piano piano migliorare.

Sembra comunque che da dopo Pasquetta alcune imprese potrebbe ripartire. Come detto la parola d’ordine è prudenza e gradualità. Il Governo potrebbe dare il via alle attività in cui è possibile rispettare la distanza sociale e tutte le norme di sicurezza anti contagio.

Le prime a riaprire potrebbe essere le cartolerie, le librerie e le pasticcerie. Via libera negato invece a bar e ristoranti, che potranno invece continuare a portare il cibo a domicilio. Altra data di cui si è parlato è quella del 26 di Aprile.

Il 26 Aprile dovrebbe finire il lock down in Spagna e Conte ha invitato alla prudenza tutti i leader europei. Restare esposti dopo tutti i sacrifici fatti sarebbe un pericolo da non correre. Ma la data più importante è quella del 4 di Maggio, giorno in cui potrebbe davvero finire la quarantena.

La scelta del 4 Maggio è una scelta semplice: sono da evitare tutti i ponti dovuti alle festività (25 Aprile o 1 Maggio), giorni in cui il rischio di assembramento è molto alto. La vera fase 2 potrebbe iniziare proprio il 4 di Maggio.

A questo punto la situazione potrebbe cambiare da regione a regione. Le regioni con meno contagi potrebbero ripartire prima, mentre la Lombardia sarà sicuramente tra le ultime a ricominciare. Ma come detto, l’ultima parola spetta al Governo.

In ultimo, le voci di corridoio dicono che anche il 18 di Maggio potrebbe essere una data fondamentale. Da questo momento in poi potrebbero arrivare gli allentamenti agli spostamenti dei cittadini, che potrebbero ritornare piano piano alla normalità. Anche se, come sappiamo bene, ci vorrà molto tempo prima di poter tornare alla normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button