Attualità

Coronavirus, Crisanti sulla terza ondata: “È una certezza, ci sarà record di morti” (video)

In una fase concitata della gestione dell’emergenza Coronavirus, le parole di Andrea Crisanti sulla terza ondata fanno discutere e il video fa il giro del web. Qualche giorno fa era finito al centro delle critiche per le sue parole sul vaccino e ieri ci è finito per ciò che ha detto sulla terza ondata.

Come detto infatti le sue parole hanno fatto il giro del web, scatenando non poche polemiche. Il Professore dell’Università di Padova e famoso microbiologo Andrea Crisanti ha detto la sua sulla gestione della Pandemia e sull’eventuale terza ondata. Vediamo insieme che cosa ha dichiarato.

Coronavirus, Crisanti sulla terza ondata: “È una certezza e l’Italia avrà record di morti in Europa” (video)

La terza ondata in queste condizioni è una certezza. Siamo in una situazione grave stabile, ci attende un inverno preoccupante. Il calo dei positivi è legato al numero dei tamponi eseguiti. In Lombardia, che è stata zona rossa, la situazione migliora. In Veneto, zona gialla, i casi aumentano. Prima che il vaccino abbia effetto passeranno mesi, ci attende un inverno preoccupante. l’Italia alla fine della prossima settimana sarà il Paese con più morti in Europa: non è qualcosa di cui essere orgogliosi. Natale, con scuole chiuse e fabbriche a ritmo ridotto, va sfruttato per ridurre i contagi. L’obiettivo è mantenere l’attività economica o tutelare la salute? Bisogna trovare il giusto compromesso.

Sono queste le parole che hanno fatto discutere. Crisanti sembra voler dire che non appena le misure di restrizione diventeranno meno pesanti, ci sarà una nuova ondata e i dati andranno subito a peggiorare. Parla di una terza ondata sicura, soprattutto per la riapertura delle scuole e di tutte le attività produttive.

Secondo il noto microbiologo le feste di natale non aiuteranno e si faranno gli stessi errori dell’estate. Ecco il video delle parole di Crisanti che hanno creato non poche polemiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button