Attualità

Coronavirus, si va verso il coprifuoco di sera e didattica a distanza

Emergenza Coronavirus, spunta l’ipotesi del coprifuoco serale e della didattica a distanza per le scuole superiori. E’ di qualche ora fa la notizia di una nuova possibile stretta del Governo per contrastare il diffondersi del Covid – 19, il virus che ha cambiato le nostre vite e ucciso migliaia di persone in tutto il mondo.

Si tratta solo di ipotesi, anche se molti quotidiani famosi sembrano basarsi su fonti che arrivano direttamente dal Governo. Vediamo insieme quali sono le ipotesi che nelle ultime ore stanno circolando riguardo un prossimo Dpcm con nuove restrizioni.

Coronavirus, si va verso il coprifuoco serale e la didattica a distanza: le novità

A parlarne per primo è il Fatto Quotidiano che sintetizza in un virgolettato il piano del Governo direttamente da una fonte all’interno dello stesso.

Se nei prossimi giorni i nuovi contagi schizzassero a 15/20 mila al giorno un altro Dpcm con una sorta di coprifuoco sarà preso in considerazione. Per scongiurare questo scenario, entro due settimane le ultime misure dovranno aver dato frutti.

L’ipotesi del coprifuoco serale per combattere il diffondersi del Coronavirus spunta anche in una notizia del Corriere della Sera, rendendo queste supposizioni molto più vicine alla realtà. Secondo quanto riportato dai quotidiani, quindi, sono 4 le misure che prossimamente potrebbero entrare in vigore.

Si parla innanzitutto di coprifuoco in tutta Italia dalle ore 22, con la conseguente chiusura di tutti i locali in questo stesso orario. Arriva anche la proposta della didattica a distanza almeno nelle scuole superiori e della chiusura completa delle Regioni maggiormente colpite dal Covid.

Come detto per il momento resta tutto ancora da decidere e saranno i dati dei prossimi giorni a far valutare la gravità della situazione. Nel frattempo in Campania tutte le scuole saranno chiuse fino al 30 di Ottobre, una decisione che presto potrebbe prendere anche la Lombardia.

I dati di ieri segnalano 8804 casi di positività su 98mila tamponi effettuati. E il lockdown a Natale sembra sempre più vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button