Coronavirus, boom di divorzi in Italia per colpa della quarantena

Anche in Italia è boom di divorzi in seguito alla quarantena imposta per colpa dell’emergenza Coronavirus. Sappiamo tutti molto bene che tutto il mondo (e il nostro paese in particolare) sta affrontando una pandemia e che la situazione che stiamo vivendo ha moltissime complicazioni.

Primo tra tutti, ovviamente, l’emergenza sanitaria. Il Covid – 19 ha già fatto migliaia e migliaia di vittime in tutto il mondo e anche se il lockdown ha sicuramente migliorato la situazione, purtroppo non siamo ancora fuori dall’emergenza. Anche perché per poter tirare un respiro di sollievo serve sicuramente un vaccino o comunque una soluzione medica e scientifica.

Tralasciando gli aspetti della salute, comunque, il Coronavirus ha provocato moltissime altre crisi. La crisi economica, ovviamente, provocata dal lockdown forzato che ha costretto quasi tutte le attività produttive a chiudere i battenti.

Con l’ultimo Decreto emanato da Conte, il lockdonw è ufficialmente finito e il nostro paese è ripartito. Ma come sappiamo la strada è ancora lunga. E subito dopo la crisi economica, possiamo dire che il Coronavirus ha provocato anche una crisi sociale.

Perché la quarantena e l’isolamento forzato, seppur necessari ed indispensabili per diminuire i contagi, hanno sicuramente leso la nostra vita privata e i nostri rapporti. Ed a confermarlo ci sono i dati relativi ai divorzi che, proprio a causa della quarantena del Coronavirus, in Italia sono decisamente aumentati.

Anche in Italia è boom di divorzi in seguito alla quarantena e al lockdown provocati dall’emergenza sanitaria del Coronavirus

Era già successo in Cina e anche in Turchia. In quest’ultimo Stato i dati parlano chiaro: durante il lockdown le richieste di divorzio sono quadruplicate. E così come nel resto nel mondo, anche in Italia la quarantena e la convivenza forzata hanno provocato non poche crisi in amore.

Perché stando ai dati statistici, anche nel nostro paese sono aumentate le richieste di divorzio nel periodo del lockdown. Perché inutile negarlo, una quarantena forzata potrebbe ledere anche le migliori storie d’amore.

Ed in effetti quando ci sposiamo, sicuramente non ci aspettiamo di ritrovarci a vivere ventiquattrore su ventiquattro, sette giorni su sette, con la persona che amiamo. E questa condizione e forzatura può mettere a dura prova anche le relazioni migliori ed i legami che apparentemente sembrano più indissolubili.

Ma non temete, c’è una buona notizia. In Cina dopo la fine del lockdown sono state tantissime le persone che ci hanno ripensato. Segno che, in effetti, forse sarebbe meglio agire con cautela. Perché come detto, la situazione che abbiamo vissuto negli ultimi due mesi non è la normalità e dunque non dovremmo prendere decisioni basandoci su di essa.

Nel frattempo il Consiglio Nazionale Forense si adegua alla situazione di emergenza sanitaria. A Verona, Torino, Vercelli e Monza attualmente si può fare richiesta di divorzio tramite una mail, in seguito alla quale ci sarà un’udienza virtuale con tanto di avvocati.

Il nostro consiglio? Non prendete decisioni affrettate, perché una convivenza forzata potrebbe mandare in crisi anche le migliori storie d’amore. Ma a proposito di lockdown. Adesso che c’è stato un allentamento delle restrizioni non vuoi più uscire dalla quarantena? Niente paura, è normale: soffri della Sindrome della Capanna.

} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *