Attualità

Coronavirus, il 15 Novembre è la data decisiva per il lockdown nazionale

Emergenza Coronavirus, il 15 Novembre sarà la data decisiva per decidere su un eventuale lockdown nazionale totale. E’ un periodo difficile, con la crescita dei contagi, delle morti e dei ricoveri che preoccupa. Il Governo sta correndo ai ripari e sembra sempre più sicuro il passaggio di 5 regioni dalla zona gialla alla zona arancione.

Il nostro paese è diviso nelle tre zone, ognuna con misure restrittive più o meno gravi. Se nei primi giorni del Dpcm sembravano poche le Regioni più problematiche, adesso la situazione si è aggravata in quasi tutta la penisola, ad eccezione di poche Regioni.

Proprio per questo il Governo è corso ai ripari, con una stretta ancora più severa sugli spostamenti, le uscite e le attività ancora aperte. Ma da ormai molto tempo si vocifera di un lockdown nazionale totale per lo stop al contagio da Coronavirus e sembra essere il 15 Novembre la data decisiva. Vediamo insieme tutte le novità.

Coronavirus, si decide sul lockdown nazionale, la curva epidemiologica deve scendere entro il 15 Novembre

Sembra essere proprio il 15 Novembre la data decisiva. Sono in molti ormai a chiedere il lockdown nazionale, con l’Ordine dei Medici che si è fatto sentire, l’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri che si è detto d’accordo, così come le organizzazioni di infermieri regionali.

Lo scopo del Governo è quello di valutare gli effetti delle prime misure di restrizione. I Dpcm più severi sono infatti entrati in vigore alla fine di Ottobre e ormai abbiamo capito tutti che c’è bisogno di 15 giorni per valutarne gli effetti.

A questo proposito è proprio il 15 novembre la data decisiva. La curva epidemiologica deve iniziare a scendere entro questa domenica o l’ipotesi lockdown nazionale diventa sempre più certezza. Anche se, come diciamo sempre, il nostro paese a livello economico non è pronto ad un altro stop totale.

In attesa di novità, ecco tutte le regole per i viaggi in macchina con il nuovo Dpcm.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button