Attualità

Colore delle Regioni, quelle che rischiano il cambio da Lunedì 8 Marzo

Emergenza Covid, quali sono le Regioni che rischiano il cambio colore da Lunedì 8 Marzo? Con i contagi che aumentano, la penisola si tinge sempre di più di rosso. Le varianti hanno colpito il nostro paese e il rischio terza ondata sembra essere ormai realtà.

Qualche giorno fa il Governo ha annunciato il prossimo Dpcm in vigore dal 6 Marzo, con le misure di restrizione che continueranno a basarsi sul colore delle regioni, bianco, giallo, arancione e rosso. Il nuovo Dpcm, tra le altre novità, prevede il cambio colore delle Regioni non più dal fine settimana, ma dal Lunedì. Quali sono quindi le Regioni che rischiano il cambio colore il prossimo lunedì 8 Marzo? Vediamo insieme le ultime novità.

Covid, quali sono le regioni che rischiano di cambiare colore da lunedì 8 marzo

Attualmente sono 4 le Regioni che preoccupano di più: Toscana, Emilia Romagna, Lombardia e Campania, dove il numero dei contagi (soprattutto per colpa delle varianti) continua ad aumentare. L’Emilia Romagna si trova in zona arancione, ma ci sono già molte province e comuni con regole più severe, ovvero in fascia arancione scuro o rossa. Da oggi sono in zona rossa la provincia di Modena e quella di Bologna, mentre attualmente sono in arancione scuro Ravenna, Rimini e tutte le zone del Cesenate.

Stesso discorso per la Toscana, che attualmente si trova in fascia arancione, ma con alcune province già in rosso; il passaggio di tutta la Regione nella zona rossa sembra atteso proprio per l’inizio della prossima settimana. Attualmente si trovano in zona rossa fino a Domenica 7 Marzo le province di Siena e di Pistoia.

Aumentano i contagi anche in Campania, con un tasso di positivi che il 2 Marzo era del 13.4%, praticamente il doppio della media nazionale. Anche la Lombardia rischia il passaggio in zona rossa. Da ieri si trova in zona arancione rafforzata, anche se non si esclude il passaggio in zona rossa a partire dalla prossima settimana. In attesa di novità, il tema della scuola continua a far discutere in tutta Europa: a Berlino le autorità scolastiche chiedono agli studenti di ripetere l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button