Attualità

Captato segnale radio da un altro pianeta alieno

Gli scienziati hanno rilevato un segnale radio proveniente da un altro pianeta alieno. Se siete appassionati di alieni e di pianeti misteriosi e abitati allora questa notizia potrebbe entusiasmarvi. Ma andiamo con ordine e scopriamo cosa, di così tanto sensazionale, hanno scoperto gli esperti.

La protagonista del nostro articolo è la costellazione di Boote, così chiamata perché, vedendola dalla Terra, si trova dietro all’Orsa Maggiore (Grande Carro). L’origine di questo nome è a tutt’oggi sconosciuto, tuttavia in greco veniva definita “colei che spinge avanti il bue” o “custode dell’orsa“.

Gli scienziati hanno dichiarato di aver captato un segnale radio da un pianeta alieno

Tau Boötis A e Tau Boötis B sono le due stelle di un sistema binario che si trova in quella costellazione. Che è distante 51 anni luce dal nostro Pianeta. L’incredibile scoperta effettuata dagli scienziati riguarda proprio un pianeta che orbita intorno a quelle stelle e da cui hanno rilevato un segnale radio.

Ma come sono riusciti gli astronomi a captare il segnale? Grazie a un telescopio nei Paesi Bassi e confrontando i dati con gli studi in corso sul pianeta Giove. Risulta infatti molto difficile studiare un sistema così lontano se non confrontare i dati con quelli del nostro, declinandoli successivamente in un contesto spaziale diverso.

E proprio per questo quando si parla di segnale radio ci si collega al discorso dei campi magnetici e della loro polarizzazione e forza. Sui tratta di una ricerca davvero molto interessante collegata allo studio dei pianeti extrasolari. Infatti poter capire come è composto un campo magnetico può rivelare molto sulla natura del pianeta.

Nel frattempo Jake Turner, astronomo della Cornell University e autore della suddetta ricerca, ha affermato di non essere sicuro che il segnale provenga da lì. E questo perché da Upsilon Andromedae, un altro sistema binario, arriva un altro segnale. Inoltre rilevare questi tipi di segnali è davvero molto difficile e le risposte ottenute non sono mai chiare.

Se volete avere ulteriori approfondimenti in merito non dovrete fare altro che leggere la ricerca (quando sarà pubblicata) su Astronomy & Astrophysics. Se invece volete scoprire cosa ci aspetta nel 2021: Baba Vanga, secondo la famosa veggente il 2021 non sarà meglio del 2020

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button