Attualità

Bollo auto 2021 cancellato in queste Regioni: tutte le ipotesi

Pronta una vera e propria rivoluzione per il Bollo auto del 2021, che in alcune Regioni della nostra Penisola potrebbe addirittura essere cancellato. Possedere un’automobile significa pagare la relativa tassa. Non importa se l’automobile resta in garage per 365 giorni all’anno: il bollo va pagato.

Lo sappiamo bene soprattutto in questo periodo, dal momento che nell’ultimo anno non abbiamo utilizzato poi così tanto la nostra automobile, soprattutto per colpa dell’emergenza del Coronavirus. Ecco che quindi in molte Regioni d’Italia è iniziata a circolare la voce di una possibile sospensione di questa tassa. Vediamo insieme tutto ciò che sappiamo.

Il Bollo auto 2021 potrebbe essere cancellato in alcune Regioni: le ultime novità

Depositato una mozione per impegnare la Giunta regionale ad avviare tutte le procedure utili alla sospensione del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto) del 2021, esattamente come già fatto da altre regioni. L’abbiamo presentata perché l’utilizzo dell’automobile è indispensabile per tanti lavoratori e la crisi economica dovuta al Covid ha messo in ginocchio migliaia di famiglie pugliesi. La sospensione, quindi, rappresenta un segnale di attenzione e sensibilità politica che la Regione non può esimersi dal dimostrare.

Con queste parole, i consiglieri regionali di Forza Italia della Puglia hanno fatto sapere di aver chiesto la cancellazione del bollo auto. Buone notizie anche per l’Emilia Romagna, nella quale la tassa non ha subito una cancellazione, ma una proroga fino al 31 Maggio del 2021.

Anche la Lombardia ha deciso di andare incontro agli automobilisti. Tutti coloro che decideranno di addebitare il pagamento del bollo sulla propria domiciliazione bancaria riceveranno uno sconto del 15%. Sempre in Lombardia, il non si dovrà pagare per tutti i veicoli adibiti al trasporto delle persone, come ad esempio i taxi.

In Campania invece la rivoluzione arriva per i bollo auto 2021 scaduti tra il 1 Gennaio e il 30 Aprile del 2021: la tassa potrà essere pagata entro il 31 di Maggio di questo anno senza dover pagare anche una mora. Ecco invece la vicenda del prete siciliano che ha invitato le donne a non denunciare i mariti violenti: “Può capitare”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button