Il vino riduce i ricoveri: lo studio scientifico

Una mela al giorno toglie il medico di torno? Mmm, quasi: un bicchiere di vino al giorno riduce i ricoveri ospedalieri. Lo dice la scienza!

Dieta mediterranea, vita sana, attività fisica e un bicchiere di vino al giorno, tengono lontano l’ospedale, secondo un recente studio scientifico.

Il vino riduce i ricoveri ospedalieri

Lo studio è stato effettuato dal dipartimento di Epidemiologia e prevenzione dell’Irccs Neuromed di Pozzilli, in provincia di Isernia.

La ricerca, pubblicata su “Addiction” è stata portata avanti con la collaborazione del dipartimento di Nutrizione dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston.

I ricercatori hanno analizzato per 6 anni circa 21 mila persone e lo hanno fatto mettendo in correlazione il consumo di vino con i ricoveri ospedalieri.

Naturalmente hanno confermato ciò che già si sapeva: un consumo di alcol irresponsabile ed esagerato aumenta il rischio di malattie gravi come i tumori.

Un consumo invece limitato diminuisce le possibilità di incorrere in malattie cardiovascolari.

Licia Iacovello, una ricercatrice dell’Università dell’Insubria di Varese, che ha partecipato allo studio, afferma che la nuova ricerca ha messo in evidenza ciò che era stato precedentemente scoperto.

Ovvero che un consumo moderato di vino è in grado di ridurre il rischio di mortalità, indipendentemente dal tipo di malattia.

Tutto ciò naturalmente non significa che per stare bene si debba per forza bere il vino. Gli astemi possono stare tranquilli, lo studio è stato fatto per eliminare la credenza che l’alcol faccia male alla nostra salute.

Ma i benefici di un calice di vino non si vedono solo a livello fisico, bensì anche a quello mentale. L’alcol aiuta le persone a rilassarsi e a essere più positive, soprattutto se bevuto in compagnia.

E’ molto importante non esagerare e limitarsi a bere al massimo un bicchiere di vino al giorno. Non perdetevi tutte le altre proprietà del nettare degli dei: Il vino uccide i germi e i batteri: parola di scienza

(Visited 218 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *