Arrabbiarsi fa bene al cuore: parola di scienza

Secondo la scienza arrabbiarsi, almeno 30 minuti al giorno, fa bene alla nostra salute e al cuore. Curiosi di sapere il perché?

Brontoloni, sappiate però che i ricercatori del team che ha effettuato lo studio, consigliano di evitare che la rabbia duri per più di mezz’ora al giorno. Uomo avvisato…

Arrabbiarsi fa bene al cuore

E’ stato scoperto da una ricerca scientifica, che ha evidenziato gli effetti positivi che 30 minuti di rabbia al giorno regalano al nostro cuore.

Quindi se siete dei tipi particolarmente fumini e nervosi, potrete gioire e trovare qualche motivo in più per arrabbiarvi.

Tanto chi vi sopporta avrà imparato a conoscere questo aspetto del vostro carattere. Ma come ho detto poco sopra ricordatevi di non stare arrabbiati per più di 30 minuti al giorno.

Lo studio, è stato portato a termine dall’Università Autonoma del Messico (UNAM), scopriamo cosa hanno scoperto stavolta i ricercatori.

Secondo gli esperti, in un momento di rabbia, la produzione della dopamina provoca un aumento della pressione sanguigna e del ritmo cardiaco. Tutto ciò stimola positivamente anche il sistema nervoso.

Inoltre, ogni tanto, sfogarsi è una maniera utile per eliminare le emozioni e gli stati d’animo negativi che ci appesantiscono l’umore.

Mi raccomando però, non esagerate e gestite sempre il tutto con moderazione, fare la figura dei pazzi furiosi non è mai indicato.

Ma come mai sconsigliano di stare arrabbiati per più di mezz’ora? Semplicemente perché una rabbia duratura provoca irrigidimento muscolare, eccessiva pressione e alterazione delle funzioni cerebrali. Per non parlare di stress e squilibrio del sistema ormonale e nervoso.

Quindi amici brontoloni, sì alla rabbia, ma breve e moderata. E ricordatevi di arrabbiarvi solo quando è strettamente necessario, soprattutto per la sanità mentale di chi vi sopporta.

E per altri interessanti consigli degli esperti, non perdetevi questo articolo: Stendere il bucato in casa fa male alla nostra salute

(Visited 945 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *